In ascolto tramite Spotify In ascolto tramite YouTube
Passa al video di YouTube

Caricamento del lettore...

Esegui lo scrobbling da Spotify?

Collega il tuo account Spotify a quello di Last.fm ed esegui lo scrobbling di tutto quello che ascolti, da qualsiasi app di Spotify su qualsiasi dispositivo o piattaforma.

Collega a Spotify

Elimina

È disponibile una nuova versione di Last.fm, per assicurarti un funzionamento ottimale ricarica il sito.

Wiki

Thunder and Lightning, letteralmente "Il tuono e il fulmine", è il quinto album in studio della band torinese ed ancora una volta si tratta di un concept album. Il climax dell'album, scandito regolarmente dalla lettura (in italiano) di parte del racconto, sale partendo dall'introduttiva scoperta dell'evento e la disperazione del protagonista di Here Comes the Flood (with C.Rossi and F.Trombetta), alla vigilia dell'evento, salendo verso una sorta di disperata confessione col brano Nocturno (with Gamma Leonis), proseguendo sino all'arrivo del disastro stesso (la suite elettronica "Thunder and Lightning" che da il titolo all'album), lasciando tuttavia una speranza finale quando ormai il mondo è sotto "tuono e fulmine" (la suite di brani che da il titolo all'album descrive idealmente in musica proprio diverse fasi del disastro), e lo fa con un breve Good Luck ("Buona Fortuna") finale, preceduto da On Positive Ground (feat. Trulala) a simboleggiare che non bisogna mai farsi soverchiare dalla disperazione.
Per descriverlo meglio possiamo usare le parole di due membri della band, tratte dalla sezione blog del sito ufficiale. Augusto dei The Wimshurst's Machine a proposito di questo album ci dice:

"Questo concept-album nasce anni fa, ben prima di quello che lo ha preceduto. Le sue radici sono nelle due alluvioni che colpirono il nord Italia nel 95 e nel 2000 (che colpirono proprio le zone in cui viviamo) e che assieme al fatto che lavoro come Osservatore Meteorologico da anni, hanno fatto crescere in me il desiderio di trattare l'argomento 'disastri naturali'. Ma non volevamo parlare di cose già trattate da altri, volevamo dire qualcosa di differente. Così il progetto era sempre rimasto nel cassetto. Poi nel 2007 (più o meno a ridosso di Time Traveller) incidemmo la base strumentale di una canzone di Peter Gabriel (Here Comes the Flood (with C.Rossi and F.Trombetta)), che penso essere, in versione originale, un capolavoro per musica e testo), e qua grazie anche alla collaborazione con l'amico (ed eccellente pianista) Corrado Rossi. Però non trovammo subito una voce "adatta" che accettasse di cantarla e così rimase nel cassetto per altri due anni, finché Secret Gardens non uscì. Poi le tessere del mosaico cominciarono ad incastrarsi le une con le altre: navigando la rete mi imbattei nelle eccellenti fotografie dei fulmini di Michael Bath ed ottenemmo il permesso di usarle all'interno della copertina dell'album. Inoltre trovammo Fabiola, che accettò di cantare all'estremo della sua estensione vocale (so che a volte pretendo davvero molto, sigh!). Poi pensammo ad un modo per raccontare la storia che stava dietro l'album anche a coloro che l'album lo avrebbero solo scaricato e anche qua la fortuna ci venne incontro, permettendoci di incontrare per caso la giovane attrice Evita Bonino, e così alcune parti del racconto (scritto da mio fratello Duilio, autore che definirei "pluridecorato"… racconto scaricabile dal sito della band) vennero lette dalla sua voce su una base musicale. Ed eccoci qua, con il nostro album più "vocale", per così dire (con 4 brani cantati e 4 narrati!)."

Tratto dal sito ufficiale della band. Sempre dal sito ufficiale della band possiamo anche trovare un commento dell'autore della storia, Duilio Chiarle (recentemente nominato anche Cavaliere della Repubblica Italiana per meriti artistici):

"(…)Quando ho scritto i racconti, la mia idea era in parte metafisica: un Noè di oggi che può decidere chi salvare e chi no dal diluvio e perciò decide di non costruirsi l'arca… Circondato dalle emozioni di altre persone che vivono in altri luoghi il suo stesso istante. Insomma, non esattamente ciò che si può definire un tema facile! I racconti sono venuti di getto, scesi in modo zen dalla penna, come se fossero sempre stati li a mezz'aria nell'attesa che un PC li acchiappasse e li facesse scendere e le correzioni sono state davvero pochissime, nessuna sostanziale."

Sempre Duilio, a proposito dell'album-making, ci dice:

"L'idea della lettura dei racconti sul disco (e il taglio) è tutta di Augusto. Devo dire che è proprio d'effetto. Ci si può domandare perché una voce femminile dovrebbe leggere dei pensieri maschili: ovvio, è la rappresentazione della coscienza e la coscienza è una parte femminile importante di tutti noi. Ci dobbiamo fare i conti spesso."

La storia dell'album può essere scaricata gratuitamente (formato PDF, in italiano) dal sito ufficiale della band:
http://www.thewimshurstsmachine.com/publicfiles/Thunder_and_Lightning1.pdf

Modifica questa wiki

Non vuoi vedere annunci? Abbonati ora

API Calls