In ascolto tramite Spotify In ascolto tramite YouTube
Passa al video di YouTube

Caricamento del lettore...

Esegui lo scrobbling da Spotify?

Collega il tuo account Spotify a quello di Last.fm ed esegui lo scrobbling di tutto quello che ascolti, da qualsiasi app di Spotify su qualsiasi dispositivo o piattaforma.

Collega a Spotify

Elimina

È disponibile una nuova versione di Last.fm, per assicurarti un funzionamento ottimale ricarica il sito.

Biografia

  • Data di nascita

    25 Settembre 1923

  • Luogo di nascita

    El Reno, Canadian County, Oklahoma, Stati Uniti

  • Data di morte

    26 Dicembre 2011 (età: 88)

Samuel Carthorne Rivers (25 settembre 1923, El Reno, Oklahoma, Stati Uniti, 26 dicembre 2011, Orlando, Florida, Stati Uniti) è stato un sassofonista, polistrumentista e compositore statunitense di musica jazz. Rivers suona il sax soprano, il sax tenore, il flauto traverso, il clarinetto basso e il pianoforte.

Biografia
Il padre di Rivers era un cantante gospel che aveva fatto parte dei Fisk Jubilee Singers e del Silverstone Quartet, e questo fece sì che Rivers iniziasse ad interessarsi di musica in giovane età.
Trasferitosi a Boston nel 1947, per studiare al conservatorio con Alan Hovhaness, Samuel inizò a suonare con Quincy Jones, Herb Pomeroy, Tadd Dameron ed altri. Nel 1959 incontrò il batterista Tony Williams - allora tredicenne - che, nel 1964, lo avrebbe fatto scritturare per un breve periodo nel quintetto di Miles Davis. Con questo gruppo Rivers registrò l'album Miles in Tokyo.
Dopo aver firmato un contratto con la Blue Note Records, Rivers iniziò a suonare ed incidere come leader, usando come sideman, tra gli altri, Jaki Byard (in Fuschia Swing Song), Herbie Hancock e Freddie Hubbard. Collaborò inoltre alle incisioni Blue Note di Tony Williams, Andrew Hill e Larry Young.
In questo periodo, Rivers - che era ormai un attivo componente del movimento free - si produsse anche come compositore: la ballad "Beatrice", tratta da Fuchsia Swing Song divenne uno standard, frequentato soprattutto dai tenorsassofonisti.
Trasferitosi dall'inizio degli anni 60 a New York, negli anni 70 Rivers vi fondò e diresse un locale jazz, lo Studio RivBea, situato nel quartiere di NoHo. Il nome del locale derivava da quello di sua moglie, Bea, che ne era la co-fondatrice. Proseguì inoltre il suo lavoro in sala di registrazione per diverse etichette discografiche registrando tra gli altri due album per la Impulse! Records (Trio Live e Crystals per grande orchestra); in questo periodo apparve anche come sideman sull'album di Dave Holland Conference of the Birds, dove suona nella title track assieme a Anthony Braxton e Barry Altschul costituendo il "coro degli uccelli al mattino". Con Holland formò poi un gruppo che portò in tourneè in Europa (contintente che in quel periodo frequentava con una certa regolarità). Questi furono anche gli anni in cui godette di una grande fortuna presso parte della critica specializzata, che arrivò ad indicarlo come uno dei più importanti solisti sulla scena e il probabile futuro caposcuola del jazz post-free.
In Italia ha lavorato e inciso con il sassofonista Mario Schiano.
Rivers vive a Orlando, in Florida e suona con un suo trio composto, oltre che da lui, da Anthony Cole e Doug Matthews). Nel 1998 ha registrato, per la RCA Victor e alla RivBea All-Star Orchestra, due album per grande orchestra: Culmination e Inspiration.
Altri album recenti di Rivers sono Portrait, (FMP) da solista, e Vista (Meta) in trio con Adam Rudolph alla batteria e Harris Eisenstadt al basso. Nel 2006, Rivers ha pubblicato Aurora, un disco contentenente le proprie composizioni per la RivBea Orchestra.
Lo stile di Rivers aveva radici bebop, ma - soprattutto negli anni 60 e 70, egli prese parte al movimento del free jazz, adottandone i dettami. Il suo album Fuchsia Swing Song, è considerato un capolavore dello stile "inside-outside".
Nell'introdurre elementi nuovi nel tradizionale uso bebop dell'armonia, Rivers fu meno radicale di altri solisti suoi contemporanei, mantenendo nei suoi lavori una struttura narrativa (ciò che Lester Young chiamava la capacità di raccontare una storia).

Modifica questa wiki

Non vuoi vedere annunci? Abbonati ora

Collegamenti esterni

API Calls