In ascolto tramite Spotify In ascolto tramite YouTube
Passa al video di YouTube

Caricamento del lettore...

Esegui lo scrobbling da Spotify?

Collega il tuo account Spotify a quello di Last.fm ed esegui lo scrobbling di tutto quello che ascolti, da qualsiasi app di Spotify su qualsiasi dispositivo o piattaforma.

Collega a Spotify

Elimina

È disponibile una nuova versione di Last.fm, per assicurarti un funzionamento ottimale ricarica il sito.

Wiki

Oreste Sabadin (clarini), Roberto Favaro (sax tenore),
Damiano Visentin (fisarmonica), Enrico Pini (contrabbasso, basso elettrico)
Musiche di : Stefano Maria Ricatti
Stefano Maria Ricatti, compositore, autore di canzoni, polistrumentista e cantante, inizia la sua carriera nell’ambito etnomusicale del Nuovo Canzoniere Italiano e dell’Istituto Ernesto De Martino di Milano. Partecipa come autore ad un’edizione del festival organizzato dal Club Tenco, e già nel primo album da “cantautore”, «La Corriera» (1978), mette in mostra il suo talento ed impegno sociale. I suoi interessi musicali si allargano quindi verso la musica strumentale, jazz ed improvvisazione, ma anche avanguardia classica e tradizione folklorica europea. Dopo aver pubblicato un altro disco di “canzoni” («Blu», 1993), Ricatti inizia a scrivere sempre più frequentemente per il teatro, la danza ed il cinema (film e documentari). Escono quindi i dischi «Anna Frank’s Diary» (1996), «Nuvole e Radici» (1999), dopo il quale comincia a prender forma quello che rimane ancor oggi il “suo gruppo”, quel Ricatti Ensemble che con differenti organici – dal solo al pieno orchestrale – nelle più svariate situazioni di spettacolo – dal teatro alla danza, dalla canzone al racconto sonoro, dal laboratorio alla strada – continua ancor oggi ad eseguire soltanto le sue musiche, strumento in grado di dar voce alla sua prolifica vena di compositore con davvero splendidi risultati.
Dai più recenti lavori per la danza ed il teatro – fra cui “Ulissi di mari in eclissi” (suggestivo percorso di canzoni, letture e racconti) e “La Vaccaria” di Ruzante, nella regia di Gianfranco De Bosio – è stata tratta gran parte dei brani del suo ultimo album (Caligola 2003), tutto strumentale, dove l’ensemble si esibisce, così come fa in concerto, con la formula che sembra essergli più congeniale, quella del quartetto, di cui è principale voce il clarinettista Oreste Sabadin, da anni fedele collaboratore di Ricatti. In questi quattordici brevi ma succosi racconti musicali le forme espressive della musica popolare, filtrate attraverso la cultura mitteleuropea e la mai sopita passione per la musica improvvisata, sembrano trovare nuova linfa. Non va inoltre dimenticato che Sabadin, ottimo grafico oltre che eccellente musicista, è autore del riuscito artwork del disco.

Modifica questa wiki

Non vuoi vedere annunci? Abbonati ora

API Calls