In ascolto tramite Spotify In ascolto tramite YouTube
Passa al video di YouTube

Caricamento del lettore...

Esegui lo scrobbling da Spotify?

Collega il tuo account Spotify a quello di Last.fm ed esegui lo scrobbling di tutto quello che ascolti, da qualsiasi app di Spotify su qualsiasi dispositivo o piattaforma.

Collega a Spotify

Elimina

È disponibile una nuova versione di Last.fm, per assicurarti un funzionamento ottimale ricarica il sito.

Wiki

Esce nel 1978 il nono album di Fabrizio De Andrè, l'ultimo degli anni '70: Rimini.
Lo stile dell'album è nuovo per De Andrè, in quanto abbraccia il folk-rock americano inserendo tra gli strumenti utilizzati per la composizione dell'album le chitarre elettriche, quasi mai apparse negli album precedenti.
Ma sono anche molto presenti le influenze del folk neolatino di Spagna ed Italia, oltre che del Sud America, utilizzando il mandolino in molte delle canzoni dell'album.
E' anche il primo album in cui la moglie Dory Ghezzi prende parte alla registrazione di alcune canzoni, dimostrandosi un'ottima corista.
Tutte queste novità portano il De Andrè cantautore a trasformarsi nel De Andrè interprete, poichè non si concentra su una tematica ma tratta vari temi, tralasciando però l'aspetto del cantastorie, dimensione in cui aveva vissuto negli anni precedenti e successivi ai tre concept album a cavallo del '70 (Non al denaro, non all'amore, nè al cielo, La buona novella e Storia di un impiegato.
Questo è quindi un album sperimentale per De Andrè, album che riceve tante ottime critiche dal pubblico e dai "colleghi".
I temi dell'album sono vari: viene trattata la realtà delle località di mare vissuta da una giovane ragazza, figlia di un droghiere, rimasta incinta durante il periodo di vacanze, evento che porta De Andrè a trattare temi come l'aborto e gli amori di breve durata (Rimini);
viene dato spazio alla cultura folkloristica italiana, rappresentata da Volta la carta, una filastrocca molto coinvolgente piena di rime e significati nascosti, e Zirichiltaggia, canzone cantata in dialetto sardo che parla di una diatriba tra due fratelli riguardo l'eredità del padre, oltre alla cover Avventura a Durango (da "Romance in Durango" di Bob Dylan) dove i versi che originariamente erano in messicano vengono cantati in napoletano;
la guerra e la politica sono temi rispettivamente di Andrea, la canzone più rappresentativa dell'album, dove viene narrata la storia di un soldato innamorato di un suo commilitone che si suicida in un pozzo più profondo di me, e Coda di lupo, brano che tratta la storia di un giovane indiano, ma nella quale vengono usate tante metafore il cui scopo è attaccare varie categorie sociali;
ci sono anche tematiche quali la droga e la prostituzione, trattate nella fiaba Sally ed in un brano dal testo complesso e sconnesso, Parlando del naufragio della London Valour.
Nel disco anche due brani strumentali, i quali risaltano le sue grandi qualità di compositore musicale: Tema di Rimini e Folaghe.
Un disco pieno di nuove idee e novità che segna un nuovo inizio per De Andrè: Rimini è uno dei più grandi album della musica leggera -apparentemente- non impegnata, un album orecchiabile e coinvolgente con il quale è facile avvicinarsi al mondo del Faber… mondo dal quale non si esce più.

TRACK-LIST:

1. Rimini
2. Volta la carta
3. Coda di lupo
4. Andrea
5. Tema di Rimini
6. Avventura a Durango (Romance in Durango)
7. Sally
8. Zirichiltaggia
9. Parlando del naufragio della London Valour
10. Folaghe

Testi di Fabrizio De Andrè, arrangiamenti di Giampiero Reverberi e Tony Mimms.

Modifica questa wiki

Non vuoi vedere annunci? Abbonati ora

API Calls