Playing via Spotify Playing via YouTube
Skip to YouTube video

Loading player…

Scrobble from Spotify?

Connect your Spotify account to your Last.fm account and scrobble everything you listen to, from any Spotify app on any device or platform.

Connect to Spotify

Dismiss

A new version of Last.fm is available, to keep everything running smoothly, please reload the site.

C'è da fare - Lyrics

Genova città da capire. Genova aria da bere
Genova, nuvole e sale, e vento a imperversare
Genova da perder la via, solo vicoli e nicchie
Che alla fine dei Giovi ci si stappa le orecchie
Quando finite le curve
Finalmente si schiaccia il pedale
Con il buio negli occhi, all'improvviso c'è il mare
E una luce che esplode, non la riesci a guardare
Poi ti affacci sul porto, dalla sopraelevata
Elevata di poco, che sfrega i palazzi
Qui si guida un po' storti, perché si guarda il mare
È come far geometria se in TV c'è il mondiale
Genova è grigia, non ti sorride
È lontana, è interrotta, è il Bisagno
È troppo corta la pista, è un rumore continuo
A noi piace così, lo chiamiamo mugugno

E allora vieni qui, togliti quel muso e fatti abbracciare
Sto vento freddo che soffia
Ti voglio scaldare
Sei sempre la stessa, ma se stavi male
Me lo potevi dire
Me lo potevi dire
Ma adesso basta parlare
C'è da fare

E chi vive vicino al porto sa di non credere mai
Alle promesse dei politici, a quelle dei marinai
Che più di chi mette un like, serve chi mette la faccia
Che non esistono stranieri, solo gente che viaggia
Sei respiro di onde, marea di commerci
Sei natura che bussa dai caruggi del centro
Sei l'insegna dei posti che a distanza ritrovi
Sei città che non cambia, come i veri orgogliosi
C'è una cosa che mi manca
Come l'aria, come il cielo in una stanza
E allora vorrei fermare chi urla, chi viaggia
Per sentire solamente il rumore del mare

E allora vieni qui, togliti quel muso e fatti abbracciare
Sto vento freddo che soffia
Ti voglio scaldare
Sei sempre la stessa, ma se stavi male
Me lo potevi dire
Me lo potevi dire

Ma adesso basta parlare
C'è da fare
C'è da fare
C'è da fare

Però poi ti accorgi degli sbagli quando è tardi per scusarsi
E per rimarginarsi i tagli, gente di mare e d'onore che le dà valore
È ora di fare e non di pensare a chi ha ragione

C'è da fare
C'è da fare qui
C'è da fare

Sto a Boccadasse col vento, con le risacche
Guardo in tutte le piazze, giallo come casacche
Vicolo dopo vicolo dicono sia ignorante
Scusa ma fai il politico vuoi fare il cantante

C'è da fare
C'è da fare qui
C'è da fare

C'è da fare
C'è da fare qui
C'è da fare

C'è da fare qui
C'è da fare qui
C'è da fare

Don't want to see ads? Subscribe now

API Calls