Playing via Spotify Playing via YouTube
Skip to YouTube video

Loading player…

Scrobble from Spotify?

Connect your Spotify account to your Last.fm account and scrobble everything you listen to, from any Spotify app on any device or platform.

Connect to Spotify

Dismiss

A new version of Last.fm is available, to keep everything running smoothly, please reload the site.

Wiki

"La carena è la parte dello scafo che può essere immersa. Se si trova al di sotto della linea di alleggiamento
prende il nome di opera viva"

“Opera Viva” è un disco che parla della parte sommersa, non visibile, di personaggi che non sono dove vorrebbero.
Alcuni manifestano il bisogno di partire, altri sono costretti a muoversi; alcuni hanno visto amici fuggire, altri se ne sono andati con la speranza di ritornare. Il tema principale di Opera Viva è il viaggio, ma inteso come rifesso dell’inadeguatezza
rispetto a una situazione, a un luogo, a una condizione di vita. L'album è il frutto di una lunga gestazione artistica in sala prove dove i tre giovani perugini non hanno lasciato nulla al caso, lavorando attentamente su arrangiamenti e dettagli,
rendendo ogni canzone una piccola opera d’arte. Nonostante i tre anni impiegati per l'elaborazione dei brani, al fine di ottenere un risultato puro e incontaminato il disco è stato registrato in presa diretta allo Jork Studio (Dekani, Slovenia) in soli 5 giorni. Anche la copertina, una foto dai soli toni azzurri, incarna quest'esigenza di spogliarsi, diluirsi, di ridurre una moltitudine di idee e di colori al messaggio essenziale.
La registrazione e il mix sono stati curati da Michele Pazzaglia (produttore artistico e fonico di Paolo Benvegnù) mentre Giovanni Versari si è occupato del mastering; dieci tracce in cui bassi sintetici, chitarre distorte e batterie incalzanti
sono lo scenario per dei testi ricchi di suggestioni, di citazioni sorprendenti, di rime fortemente visionarie e intense.
L’uscita di Opera Viva è stata anticipata il 10 Gennaio 2018 dal videoclip del primo singolo estratto Pot – Radio Edit , realizzato da Alessio Mommi (già montaggio e post-produzione in Forse non è la felicità dei FASK). La traccia scelta è uno dei fori all’occhiello del disco, in cui si percepisce tutta la potenza sonora e le atmosfere intense della band. Il disco è stato presentato in anteprima assoluta il 13 Gennaio 2018 al Supersonic Music Club di Foligno; sarà poi disponibile in qualsiasi piattaforma digitale a partire dal 19 Gennaio del medesimo anno.

Edit this wiki

Don't want to see ads? Upgrade Now

Similar Albums

Features

API Calls