Playing via Spotify Playing via YouTube
Skip to YouTube video

Loading player…

Scrobble from Spotify?

Connect your Spotify account to your Last.fm account and scrobble everything you listen to, from any Spotify app on any device or platform.

Connect to Spotify

Dismiss

A new version of Last.fm is available, to keep everything running smoothly, please reload the site.

Dopo la medicina - Lyrics

Ho tentato di sputare questa paranoia
L'ho ingoiata nel disagio ma la sento ancora
Rigirarmi le budella e raschiarmi la gola
Ed il sesso è una pessima scorciatoia
Tiro calci nel muro
La rabbia prende il joystick
Giro con il sangue agli occhi e con gli stinchi rotti
Finché questo buio non diventerà ricordi
Come i trenta chili in più quando stavo in Via Grossich

Io non ti voglio vicina
Io sono un altro
Dopo la medicina, lo proverò
Tu non ci mettere cura
I regali vanno dentro la spazzatura
Ti ferirò

E fanculo quello che sto vivendo
(Fanculo. fanculo, fanculo)
Tu non sei me, non lo capirai mai
E Dio e Lucifero permettendo
(Fanculo. fanculo, fanculo)
Tu forse un giorno scomparirai

Ho armadi stracolmi di pacche sulle spalle
E sacche riempite con troppi "mi dispiace"
Più versi bitume dentro le falle
Più perdo abitudine a stare in pace

Io non ti voglio vicina
Io sono un altro
Dopo la medicina, lo proverò
Qui non c'è metro o misura
C'è solo un altro mandato di cattura a cui sfuggirò

E fanculo quello che sto vivendo
(Fanculo. fanculo, fanculo)
Tu non sei me, non lo capirai mai
E Dio e Lucifero permettendo
(Fanculo. fanculo, fanculo)
Tu forse un giorno scomparirai

Vorrei assicurarti che ci penserò
Ma la priorità è stare in silenzio
Non voglio sentire nessuno parlare
Vorrei assicurarti che ci penserò
Ma la priorità è stare in silenzio
Non voglio sentire nessuno parlare

E fanculo quello che sto vivendo
(Fanculo. fanculo, fanculo)
Tu non sei me, non lo capirai mai
E Dio e Lucifero permettendo
(Fanculo. fanculo, fanculo)
Tu forse un giorno scomparirai

Don't want to see ads? Subscribe now

API Calls