In ascolto tramite Spotify In ascolto tramite YouTube
Passa al video di YouTube

Caricamento del lettore...

Esegui lo scrobbling da Spotify?

Collega il tuo account Spotify a quello di Last.fm ed esegui lo scrobbling di tutto quello che ascolti, da qualsiasi app di Spotify su qualsiasi dispositivo o piattaforma.

Collega a Spotify

Elimina

È disponibile una nuova versione di Last.fm, per assicurarti un funzionamento ottimale ricarica il sito.

Wiki

Non è necessario essere nati in Islanda, o in qualche altra estrema propaggine nordica, per ricavare la propria ispirazione da monti, nuvole e da quelle essenze disperse nell'aria che negli ultimi anni sembrano rappresentare qualcosa di autenticamente magico per tanti artisti.
Per Francesco Galano, musicista e produttore salernitano, è sufficiente la contemplazione della propria terra d'origine per suscitargli abbracci armonici sognanti e visionari, adesso tradotti in un mini album ben più atteso di quanto non dica la relativa notorietà del suo autore, giacché il suo suggestivo alias When The Clouds aveva già saputo farsi conoscere e apprezzare attraverso le vie della rete ben prima di ogni release ufficiale.

La mezz'ora di "The Longed-For Season", mini album pubblicato dall'importante etichetta texana Drifting Falling, rappresenta dunque il coronamento di un percorso musicale che, attraverso il copioso intervento dell'elettronica su un'ampia varietà di strumenti acustici, segna l'omaggio in musica di Galano al fascino aspro e incantato della sua terra, reso schiettamente e senza particolari cedimenti a calligrafie sempre in agguato quando si tratta di avventurarsi in quell'ambito sterminato frapposto tra retaggi post-rock e flessuose increspature elettroniche.

Chiudere gli occhi ascoltando gli incanti nordici dell'iniziale "The Dawn And The Embrace" può far correre da subito il pensiero a The Album Leaf, le cui aperture melodiche digitali sembrano correre qui su arpeggi di chitarra e aurore boreali in continua trasformazione.
Rispetto alle visioni ghiacciate di Jimmy LaValle, Galano sembra orientato nella direzione di una musica maggiormente incentrata sugli aspetti elettronici e percorsa da una miriade di sfaccettature, non soltanto sotto forma del ricorrente affiorare di glitch e giocose increspature, ma anche di tonalità concrete, arricchite dal piano elettrico, dal basso, dal glockenspiel e da archi e mellotron.
La piccola orchestra indietronica così riassunta da Galano gli permette di districarsi attraverso pronunciate liquidità sintetiche ("Rise On", "November Song") e un morbido romanticismo capace di aprirsi alla luce, in crescendo depotenziati e costruzioni dalle reminiscenze post-rock ("Flooding River").

Tra questi due punti cardinali vivono tutti i sei brani di "The Longed-For Season", senza dubbio profumati ora di sentori romantici, ora di un'elettronica melodica di stampo non troppo dissimile dalla tipizzazione del suono di casa Morr. Tutto però è qui rivisto e coniugato alla luce di una sensibilità che non si accontenta della semplice emulazione ma pretende di riempire con la propria impronta quella estatica contemplazione che trova coronamento finale nella trasognata "The House Of Sleep", brano che - come l'omonimo romanzo di Jonathan Coe incrociava storie e destini - suggella un'ideale unione di mondi musicali, dalla folktronica nordica alle orchestrazioni post-rock, fino ai compositori ambientali.

Modifica questa wiki

Non vuoi vedere annunci? Abbonati ora

API Calls