È disponibile una nuova versione di Last.fm, per assicurarti un funzionamento ottimale ricarica il sito.

Biografia

The Rutles (i Pre-fab Four) erano una parodia dei Beatles creata dal comico inglese Eric Idle. Le loro canzoni sono state composte da Neil Innes.

I Rutles nacquero nel 1975 come sketch nella serie televisiva di Eric Idle sulla BBC Rutland Weekend Television. Il Rutland era la più piccola contea britannica fino a che la riorganizzazione delle amministrazioni locali avvenuta nel 1974, quando cessò letteralmente di esistere (in seguito è stata nuovamente creata). Eric Idle pensò sarebbe stato divertente fare il capo di un finto canale televisivo di questa insignificate locazione rurale.

Il titolo dello spettacolo allude al reale canale televisivo London Weekend Television; a Londra c'erano due canali affiliati alla Independent Television (ITV), uno che trasmetteva da lunedì a venerdì e l'altro nei weekend. Una stazione televisiva in Rutland sarebbe già stata minuscola: figuriamoci una TV "per i weekend". Lo sketch iniziale presentava il musicista Neil Innes (già della Bonzo Dog Doo Dah Band) cantare con i suoi Rutles "I Must Be In Love", un bel pastiche di alcuni dei primi brani del duo Lennon-McCartney.

La cosa più affascinante dei Rutles per gli appassionati di musica erano i numerosi collegamenti tra i Beatles, i Bonzo e il gruppo dei Monty Python. I Beatles erano dei grandi ammiratori dei Bonzo, tanto che li vollero nel cast del loro film del 1967 Magical Mystery Tour e Paul McCartney produsse il loro hit del 1968 I'm The Urban Spaceman. Innes e i membri dei Python avevano lavorato insieme alla fine degli anni sessanta sul programma TV cult Do Not Adjust Your Set. George Harrison era un fan sfegatato dei Python: oltre ad avere un cameo nel film dei Rutles (vedi sotto), la sua compagnia Handmade Films accettò la produzione di Life Of Brian dopo che i primi produttori si ritirarono, temendo che l'argomento del film fosse troppo controverso.

Durante la serie televisiva si videro delle copie di un album dei Rutles (Finchley Road) e un singolo (Ticket To Rut). Nel 1976 la BBC Records produsse The Rutland Weekend Songbook, un album con 23 brani compresi due pezzi dei Rutles: "I Must Be In Love" e "The Children of Rock and Roll" (in seguito rielaborato come "Good Times Roll").

Quando due anni dopo venne chiesto a Eric Idle di apparire allo spettacolo della NBC Saturday Night (che divenne poi Saturday Night Live), portò con sé Neil Innes e inserì parte del materiale Rutles material in un paio di sketches che ebbero un grande successo. Memorabile la scena di Innes che entra in studio tutto vestito di bianco con un'enorme barba, si siede a un pianoforte tutto bianco, e inizia a cantare Cheese and Onion. Venne così suggerito loro di fare un programma più lungo: si giunse così al "documentario" del 1978 All You Need Is Cash. Il film si presenta come un documentario sulla storia della band, una presa in giro della storia dei Beatles. Da notare che era appena apparso un documentario (The Beatles Compleat) sui Quattro di Liverpool, e infatti la trama del film dei Rutles è parallela a questo.

Il film è stato uno dei primi "mockumentary", come viene definito il genere dei "falsi documentari". Sono interessanti i cameo di varie stelle dello spettacolo: oltre a George Harrison, che fa la parte di un giornalista televisivo che fa un'intervista davanti alla Rutle Corps HQ senza notare il flusso di persone che escono dall'edificio con roba rubata (un riferimento al fiasco della beatlesiana Apple Boutique e alla disorganizzazione completa dell'Apple Corps), il film vede anche la partecipazione del collega di Idle nei Python Michael Palin, di John Belushi e Dan Aykroyd (Saturday Night Live, The Blues Brothers), di Bianca Jagger come una delle donne dei Rutles, di Ron Wood come Hell's Angel e di Mick Jagger e Paul Simon come sé stessi, oltre a Bill Murray. La prima versione pubblicata del film è stata quella editata per la TV lunga 66 minuti; la versione in commercio oggi è di 72 minuti.

fonte Wikipedia… ;)

Modifica questa wiki

Non vuoi vedere annunci? Abbonati ora

Collegamenti esterni

API Calls