In ascolto tramite Spotify In ascolto tramite YouTube
Passa al video di YouTube

Caricamento del lettore...

Esegui lo scrobbling da Spotify?

Collega il tuo account Spotify a quello di Last.fm ed esegui lo scrobbling di tutto quello che ascolti, da qualsiasi app di Spotify su qualsiasi dispositivo o piattaforma.

Collega a Spotify

Elimina

È disponibile una nuova versione di Last.fm, per assicurarti un funzionamento ottimale ricarica il sito.

Biografia

Succede così: cinque artisti svizzeri mettono insieme le loro teste e le loro anime, Anna Erhard voce e chitarra, Anja Waldkircher e Alexandra Werner ai violoncelli, J.J. Lion batteria e percussioni, Lucas Loew contrabbasso, e si decide di partire per un tour attraverso l’Europa. In giro durante tutta l’estate 2013 hanno colto ogni opportunità di esibirsi pronti a trasformare in un palco anche una piazza o una stradina nascosta.La loro prima registrazione, “Take To The Skies” viene condivisa della band britannica “Fink” sul proprio profilo, generando in pochi mesi più di 100.000 visualizzazioni. E da lì il via alla pubblicazione del secondo brano “Go Down North”.
Sono i Serafyn, vibrano sulle corde di un folk pop acustico, nella scia di band come Doughters, Fink o Feist: l’incontro è tra la voce la voce estremamente soul di Anna con il fluire grave del violoncello e del contrabbasso, schiariti della leggerezza di chitarra e cajon. Il risultato è l’EP in uscita il 6 Aprile 2015, “Quantum Leap“.Il “salto quantico” parte con “The Netherlands“, il tono è leggero ma ha con sè qualcosa di malinconico, che si trascina attraverso tutte e sette le tracce. La nota nostalgica che apre l’EP si radicalizza nel suono del violoncello della stessa”Quantum Leap” in cui la batteria incalza per farci svoltare, qualche brano più in la, verso le più accomodanti spiagge di “Take to the Skies” : “oh we adore you”, ripete Anna. Con “Universe” si chiude questo primo interessante esperimento in cui il segno di una tristezza velata è accompagnato dallo slancio delle voci e delle percussioni in un cerchio di generale spinta positiva, che appunto vira dritto dai Netherlands ad uno Universe più interiore che esteriore al quale vale la pena di prestare orecchio. Il classico ascolto da fare in quelle giornate in cui il sole è leggermente coperto e tu stai a fissare il mondo che scorre veloce dal finestrino, cercando di trovare un’ adeguata colonna sonora al tempo.

Modifica questa wiki

Non vuoi vedere annunci? Abbonati ora

API Calls