In ascolto tramite Spotify In ascolto tramite YouTube
Passa al video di YouTube

Caricamento del lettore...

Esegui lo scrobbling da Spotify?

Collega il tuo account Spotify a quello di Last.fm ed esegui lo scrobbling di tutto quello che ascolti, da qualsiasi app di Spotify su qualsiasi dispositivo o piattaforma.

Collega a Spotify

Elimina

È disponibile una nuova versione di Last.fm, per assicurarti un funzionamento ottimale ricarica il sito.

Biografia

  • Anni di attività

    2014 – oggi (4 anni)

Un inno alle tradizioni italiane sotto forma di melodic black metal, la cultura folkloristica mediterranea che si innesta nella matrice musicale più intransigente per crearne oblique figure. I Selvans possono tranquillamente essere ritrovati in queste poche linee guida; più dettagliatamente nascono dalle macerie dei Draugr, dopo la decisione di porre fine all’avventura della band nel 2013, per continuare quella tradizione che sempre più raramente vede degli italiani comporre musica italiana raccontando il nostro caro bel paese. Racconti fuori dagli schemi che guardano al trascorso, alle tradizioni e alla riscoperta di una cultura oggi lasciata a marcire in un angolo. Un combo, che meritatamente, in pochissimo tempo riesce nell’invidiabile traguardo di siglare un contratto presso la nostra Avantgarde Music (casa discografica italiana nota per le prelibatezze in ambito underground) riscuotendo un discreto successo da stampa e pubblico attraverso Lupercalia, un album che di facile, immediato e scontato non ha davvero nulla. Un solo EP alle spalle targato 2014 e via che si va dritto dentro il mondo del primo full-lenght, 6 tracce solamente, di una cui una prettamente strumentale che funge da intro si inerpicano per un’ora di musica che non lascia indifferenti; cosa aspettarsi da tutto questo? Un ottimo primo passo verso l’esplorazione di un black metal non canonicizzato, fuori da schemi prefissati e con tanta dose di personalità che non guasta mai. Canzoni lunghe, lunghissime, intricate, contorte e di non facile assimilazione si susseguono l’una dietro l’altra per trascinarci volenti o nolenti lungo le foreste degli Appennini, tra fiumi, alberi, la fauna, la flora e perché no, qualche creatura mitologica di passaggio.

Modifica questa wiki

Non vuoi vedere annunci? Abbonati ora

API Calls