In ascolto tramite Spotify In ascolto tramite YouTube
Passa al video di YouTube

Caricamento del lettore...

È disponibile una nuova versione di Last.fm, per assicurarti un funzionamento ottimale ricarica il sito.

Biografia

  • Data di nascita

    8 Maggio 1911

  • Luogo di nascita

    Hazlehurst, Copiah County, Mississippi, Stati Uniti

  • Data di morte

    16 Agosto 1938 (età: 27)

Robert Johnson (8 maggio 1911 - 16 agosto 1938) e' stato un musicista blues statunitense.

Nacque ad Hazlehurst, Mississippi, da una relazione extraconiugale della madre, Julia Dodds, con Noah Johnson, dopo che il marito di Julia, Charles Dodds jr, l'aveva abbandonata per andarsene con un'altra donna (si dice anche che la fuga fu dettata dal timore di una vendetta nei suoi confronti).

Sin da bambino il giovane Johnson si appassiona alla musica, e suo fratello gli insegna a suonare l'armonica, per poi passare alla chitarra. Poche altre sono le notizie attendibili sulla sua vita privata. Dopo un periodo trascorso a Memphis si sposa con Virginia Travis e si trasferisce a Robinsville. Ma la moglie sedicenne muore mettendo alla luce il primo figlio, dopo di che Johnson comincia a vagare fra le citta' del Mississippi, divenendo un donnaiolo ed un forte bevitore.

Narra la leggenda, alimentata anche dello stesso Johnson, che il giovane bluesman abbia stretto un patto col Diavolo per suonare la chitarra. Cio' nasce dal fatto che i vari musicisti che lo avevano conosciuto e che sapevano che non era bravo con la chitarra, si stupirono quando lui torno', dopo la morte della moglie, mostrando in cosi' breve lasso di tempo una bravura eccezionale.
Si dice peraltro che Johnson avesse occupato quel tempo prendendo lezioni da Ike Zinneman e da Son House, altre leggende del blues.

Il 16 agosto 1938, a soli 27 anni, Johnson muore a Greenwood, nel nativo Mississippi. Le testimonianze di Sonny Boy Williamson II e Honeyboy Edwards attestano che la notte del 13 agosto 1938 Robert Johnson si trovava suonare a Three Forks, 15 miglia da Greenwood. Era opinione diffusa che avesse una storia con la moglie del padrone del locale, il quale sapeva di queste voci, ma continuava a contrattarlo lo stesso.

Racconta Sonny Boy che durante la serata, complici l'alcool e l'atmosfera di grande eccitazione (un concerto di Robert Johnson e Sonny Boy Williamson II), la faccenda era persino imbarazzante per quanto era chiara. Altrettanto chiara era la rabbia dipinta sul volto del barman. Quando arrivo' sul palco mezza pinta di whiskey Sonny Boy la strappo' di mano a Robert, avvertendolo che non era prudente bere da una bottiglia aperta ma Robert si infurio' e la bevve ugualmente. Robert gia' si sentiva male quando arrivo' Honeyboy Edwards, e presto non fu in grado di suonare. Fu accompagnato a casa di un amico, dove mori' il martedi' successivo per cause mai accertate esattamente.

Malgrado abbia suonato per gran parte della sua vita, sono molto poche le opere che ha inciso. Un certo H.C. Speirs, negoziante di dischi di Jackson, lo presento' infatti ad Ernie Oertle, un famoso scopritore di talenti; quest'ultimo organizzo' per Johnson alcune sedute di registrazione in un Hotel (anche sul nome dell'Hotel ci sono storie contrastanti).

In soli cinque giorni venne composto gran parte del materiale e fra il novembre del 1936 ed il giugno del 1937 vennero incise le ventinove canzoni che rappresentano l'intera discografia rimasta di Robert Johnson.

Dalla numero 1 alla numero 16 sono state incise nel novembre 1936.
Dalla numero 17 alla numero 29 sono state incise nel giugno 1937.

I numeri sono stati inseriti solo per comodita' di lettura e non hanno alcun riferimento con i brani.

1. Kindhearted Woman Blues
2. I Believe I'll Dust My Broom
3. Sweet Home Chicago
4. Rambling On My Mind
5. When You Got a Good Friend
6. Come On In My Kitchen
7. Terraplane Blues
8. Phonograph Blues
9. 32-20 Blues
10. They're Red Hot
11. Dead Shrimp Blues
12. Cross Road Blues
13. Walking Blues
14. Last Fair Deal Gone Down
15. Preaching Blues (Up Jumped the Devil)
16. If I Had Possession Over Judgment Day
17. Stones in My Passway
18. I'm a Steady Rollin' Man
19. From Four Till Late
20. Hellhound On My Trail
21. Little Queen of Spades
22. Malted Milk
23. Drunken Hearted Man
24. Me And The Devil Blues
25. Stop Breakin' Down Blues
26. Traveling Riverside Blues
27. Honeymoon Blues
28. Love in Vain
29. Milkcow's Calf Blues

Documentari
*Hellhounds On My Trail: The Afterlife of Robert Johnson (2000)
*Sessions for Robert J (2004)

Film su Johnson
*Mississippi Adventure (Crossroads, 1986) - Film che racconta la sua storia e quella dell'amico Willie Brown
*Fratello dove sei (O Brother, Where Art Thou?, 2000) - Anche se con il nome di Tommy, e' presente nel film come personaggio di contorno alla storia

Film che usano la sua musica
*The Blues Brothers (1980) - brano: Sweet Home Chicago
*Pump Up the Volume (1990) - brano: Me And The Devil Blues
*A proposito di donne (1995) - brano: Crossroads
*L'agguato (Ghosts from the past, 1996) - brano: Walking Blues
*Chocolat (2000) - brano: They're Red Hot
The skeleton key (2005) - diversi brani tra cui Crossroads e Come On In My Kitchen

Saggi
*Robert Johnson. In cerca del re del blues (1991), di Peter Guralnick, Arcana (ISBN 8885859739)

Romanzi
*Il mambo degli orsi (1995), di Joe R. Lansdale, Einaudi (ISBN 8806172522) - Nel romanzo un'avvocatessa e' alla ricerca dei brani inediti incisi da Johnson.
*Reservation blues (1996), di Sherman Alexie, Frassinelli (ISBN 8876843647) - Nel romanzo si immagina che Johnson si reincarni fra dei pellerossa nel 1992.

Testo adattato da Wikipedia

Modifica questa wiki

Non vuoi vedere annunci? Abbonati ora

Collegamenti esterni

API Calls