In ascolto tramite Spotify In ascolto tramite YouTube
Passa al video di YouTube

Caricamento del lettore...

Esegui lo scrobbling da Spotify?

Collega il tuo account Spotify a quello di Last.fm ed esegui lo scrobbling di tutto quello che ascolti, da qualsiasi app di Spotify su qualsiasi dispositivo o piattaforma.

Collega a Spotify

Elimina

È disponibile una nuova versione di Last.fm, per assicurarti un funzionamento ottimale ricarica il sito.

Biografia

  • Data di nascita

    29 Ottobre 1950

  • Luogo di nascita

    Crotone, Crotone, Calabria, Italia

  • Data di morte

    2 Giugno 1981 (età: 30)

Salvatore Antonio Gaetano detto Rino (Crotone, 29 ottobre 1950 – Roma, 2 giugno 1981) è stato un cantautore italiano.

Nato a Crotone, in Calabria, Rino Gaetano si trasferì a Roma a dieci anni per motivi di lavoro dei genitori e nella capitale visse per il resto della sua vita.

Nel 1974 pubblicò il suo primo album, Ingresso libero, che non ottenne particolari riscontri di vendita né di critica, pur mostrando già i segni dello stile estroso e strampalato che avrebbe caratterizzato la sua breve ma folgorante carriera. Il successo arrivò l'anno dopo con il 45 giri "Ma il cielo è sempre più blu".

Nel 1978 Rino Gaetano partecipò al Festival di Sanremo con la canzone "Gianna" (canzone con la quale non voleva presentarsi, in quanto lui avrebbe preferito "Nuntereggaepiù", che comunque avrà un gran successo in seguito), con cui si piazzò terzo alle spalle di Anna Oxa e Matia Bazar. La hit parade ribaltò i risultati del Festival, e "Gianna" rimase per diverse settimane al primo posto in classifica.

Artista poliedrico, Rino Gaetano fu una voce libera, anarchica, iconoclasta, irriverente e originalissima nel panorama musicale degli anni Settanta. Distante tanto dal cantautorato più impegnato quanto dalla conservatrice tradizione sanremese, le canzoni di Rino Gaetano miscelano nonsense e suggestioni ambientaliste, tormentoni e ironia, sesso e riflessioni malinconiche, dadaismo e teatro dell'assurdo, Majakovskij e Ionesco.

Nel 1981 recitò nel Pinocchio di Carmelo Bene a Roma nel ruolo della volpe.

Purtroppo la carriera di Rino Gaetano si interruppe tragicamente con la sua morte, avvenuta a soli trent'anni, in un incidente stradale a Roma il 2 giugno 1981, quando la sua Volvo 343 si schiantò contro un camion sulla via Nomentana all'altezza dell'incrocio con via XXI aprile. Sia pur prontamente soccorso, Gaetano, in fin di vita, venne rifiutato da cinque ospedali, una circostanza sorprendentemente simile a quella narrata in uno di suoi primi testi, e morì per la gravità delle ferite riportate, a pochi giorni di distanza dalla data fissata per il suo matrimonio. E' sepolto al cimitero del Verano.

Il primo libro su di lui, che è anche la sua prima biografia ufficiale, uscì nel 2001, a 20 anni esatti dalla sua scomparsa.

Nel novembre 2007 è stata trasmessa su Rai Uno una miniserie tv in due puntate sulla vita del cantante intitolata Rino Gaetano - Ma il cielo è sempre più blu, diretta da Marco Turco e interpretata da Claudio Santamaria, fiction bersaglio di molte critiche, soprattutto da parte della sorella del cantautore, Anna Gaetano, in quanto giudicata poco veritiera, molto romanzata e troppo subordinata alle esigenze televisive. Antonello Venditti, che è stato fino alla morte amico del cantautore, ha dichiarato espressamente che nella mini-serie di Rai Uno è stata ignorata la dipendenza che Gaetano aveva dalla cocaina, probabilmente concausa della sua morte. Sua sorella Anna si è molto arrabbiata nei confronti del cantautore romano, replicando che suo fratello è morto soltanto per colpa di un tragico incidente.

Modifica questa wiki

Non vuoi vedere annunci? Effettua l'upgrade

Artisti simili

In evidenza

API Calls