In ascolto tramite Spotify In ascolto tramite YouTube
Passa al video di YouTube

Caricamento del lettore...

Esegui lo scrobbling da Spotify?

Collega il tuo account Spotify a quello di Last.fm ed esegui lo scrobbling di tutto quello che ascolti, da qualsiasi app di Spotify su qualsiasi dispositivo o piattaforma.

Collega a Spotify

Elimina

È disponibile una nuova versione di Last.fm, per assicurarti un funzionamento ottimale ricarica il sito.

Biografia

  • Data di nascita

    11 Ottobre 1949 (età: 69)

Giuseppe Scotto Di Carlo (Monte di Procida, 11 ottobre 1949) è un cantante italiano, noto per aver militato nei Vanadium, per la sua carriera solista e per essere l'attuale cantante e frontman dei Fire Trails.

Influenzato marcatamente dal blues, comincia la sua carriera verso la fine degli anni '70, quando incide il primo 45 giri con i Pulsar; poco tempo dopo diviene il frontman del gruppo heavy metal Vanadium, con cui realizza otto album e con cui intraprende regolarmente tour italiani ed esteri. Il debutto, Metal Rock (1982), che risente dell'influenza dei Deep Purple, riscuote buon successo di critica e di vendite (circa 8.000 copie vendute), come il seguente, A Race With the Devil (1983). Con Game Over (1984) la band raggiunge la cifra record di 54.000 copie vendute solo in Italia. Per il successivo disco dal vivo, Live On Streets of Danger (1985), primo live pubblicato da una band metal, e per Born to Fight (1986), i Vanadium girano due video, regolarmente programmati su Videomusic: "Easy Way to Love", tratta dal secondo LP sopra citato e registrata al Marquee di Londra, diviene il tema portante della trasmissione TV Discoring, e "You Can't Stop The Music". In seguito al fallimento della loro etichetta, la Durium, il gruppo vede interrompere bruscamente la scalata verso il successo dell'ultimo lavoro in studio Corruption of Innocence (1987), prodotto da Jim Faraci (produttore di Ratt, Poison, Guns N'Roses), ma riesce ugualmente a riprendersi entrando nella scuderia della Green Line/Ricordi e dando alla luce l'album Seventheaven, prodotto da Guy Bidmead (Motorhead, Tina Turner, Wratchild) e orientato sul versante del rock americano, molto in voga in quel periodo. In questo lavoro Pino addolcisce notevolmente il timbro della sua voce. La distribuzione e la promozione di questo LP, però, risentono dello scarso supporto offerto dalla nuova etichetta.

Dopo quest'ultima esperienza la band decide di prendersi una pausa: fra il 1990 ed il 1992 Pino Scotto realizza il suo primo album solista in lingua italiana, Il Grido Disperato di Mille Bands (a cui contribuiscono l’axe – man di Vasco Rossi, Andrea Braido, Luigi Schiavone, chitarrista di Enrico Ruggeri, e l’armonicista Fabio Treves), ed intraprende un tour con il suo Jam Roll Project, che lo vede ospite anche sul palco del Monsters of Rock, dove divide la scena, fra gli altri, con Black Sabbath, Megadeth, Iron Maiden, Pantera e Testament. Successivamente, nell'ambito della rassegna "Spazio D'Autore" gli viene consegnato il Grammy per l'album e la credibilità del personaggio. Nel 1993 inizia a collaborare con artisti quali Luigi Schiavone, Antonio Aiazzi dei Litfiba, Fabrizio Palermo dei Clandestino (ex band di Ligabue) e soprattutto Lio Mascheroni, con cui forma il "Progetto Sinergia" e realizza un album omonimo nel 1994. Nel 1995 pubblica un nuovo disco insieme ai Vanadium, Nel Cuore del Caos, cantato in italiano, che vede il gruppo impegnato in un lungo tour che si protrae fino al termine del febbraio 1996. Successivamente esce la compilation Segnali di Fuoco, che raccoglie tracce presenti negli ultimi tre album pubblicati da Scotto (Il Grido Disperato di Mille Bands, Progetto Sinergia, Nel Cuore del Caos) ed alcuni brani inediti (prodotti dalla RIMA Records) che vedono coinvolti nella loro realizzazione, oltre ai membri dei Vanadium, anche altri artisti come Ronnie Jackson ed i già citati Andrea Braido e Fabio Treves. Oltre ai tredici pezzi contenuti in questa raccolta, commercializzata a prezzo ridotto per espresso volere di Scotto, troviamo anche una traccia multimediale a cura di Giuseppe Galliano ed un allegato (solo con le prime 1.000 copie del cd) comprensivo di un mini - fumetto disegnato da Giacomo Basolu, tratto dalla monografia Standing Rock (Lo Scotto Da Pagare). Al momento, l'ultimo disco di Pino Scotto è l'album Guado, disco sanguigno articolato in undici pezzi, in cui l'artista si avvale della collaborazione di Norman Zoia, di membri di band come Extrema e Timoria e di artisti di livello internazionale come la cantante Aida Cooper ed il sassofonista Claudio Pascoli. Viene annunciato sul suo sito ufficiale che il nuovo album solista verrà presentato in anteprima il 22 marzo 2008 al ROLLING STONE di Milano con la partecipazione di diversi ospiti nell'ambito rock, metal (e non solo) che sono intervenuti nell'album stesso: si chiama "DATEVI FUOCO - Lo Scotto da pagare" e contiene, oltre a 12 brani in italiano (un po' la storia in "a solo" di Scotto), anche la biografia di Scotto stesso: 180 pagine scritte e curate graficamente da Norman Zoia che è anche coautore di tutte le liriche in italiano di Pino Scotto, Progetto Sinergia e Vanadium dal 1992 a oggi.

Come già nelle opere precedenti, Scotto affronta nei testi tematiche profondamente ancorate al sociale. Nel 2003, Pino Scotto torna sulle scene creando un nuovo gruppo, i Fire Trails, insieme al drummer Lio Mascheroni e ad altri musicisti, come il guitar–hero Steve Angarthal, il tastierista ed organista Neil Otupacca (ex Gotthard) ed il bassista Angelo Perini (ex Scomunica). Con questa nuova band ha pubblicato due album: Vanadium Tribute (2002) e, nel 2005, Third Moon, che vede un cambio di line-up: quella attuale è infatti composta da Mario Giannini alla batteria, Larsen Premoli (Looking 4 a Name) alle tastiere e Frank Coppolino al basso.

Pino Scotto collabora con le riviste specializzate "TUTTO Musica e Spettacolo" e "Hard!", su cui tiene la rubrica "Way to rock" in cui esprime le proprie opinioni riguardo al mercato della musica ed altri argomenti di attualità. Ogni martedì partecipa come conduttore al programma TV "Database", in onda su Rock TV: la sua crescente popolarità è dovuta specialmente ai suoi show del martedì, in cui senza peli sulla lingua espone le sue opinioni sul mondo della musica o quello in generale, rasentando spesso il qualunquismo.

Discografia

Con i Pulsar:

* 1979 - A Man On The Road / Angel - 7"

Con i Vanadium:

* 1982 - We Want Live With Rock 'n' Roll - 7"
* 1982 - Metal Rock
* 1983 - A Race With the Devil
* 1984 - Game Over
* 1985 - Live on Streets of Danger - album live
* 1986 - Born to Fight
* 1987 - Corruption of Innocence
* 1989 - Seventheaven
* 1995 - Nel Cuore del Caos

Solista:

* 1992 - Il Grido Disperato di Mille Bands
* 1994 - Progetto Sinergia
* 1997 - Segnali di Fuoco - compilation
* 2000 - Guado
* 2008 - Datevi fuoco (lo Scotto da pagare)
* 2010 - Buena suerte
* 2012 - Codici Kappaò (CD + live)
* 2014 - Vuoti di memoria (CD di cover)
* 2016 - Live for a Dream (CD live + due inediti)

Con i Fire Trails:

* 2003 - Vanadium Tribute
* 2005 - Third Moon

Modifica questa wiki

Non vuoi vedere annunci? Abbonati ora

API Calls