In ascolto tramite Spotify In ascolto tramite YouTube
Passa al video di YouTube

Caricamento del lettore...

È disponibile una nuova versione di Last.fm, per assicurarti un funzionamento ottimale ricarica il sito.

Biografia

Gli Okkervil River sono un gruppo folk rock originario di Austin in Texas.
I membri fondatori amici dai giorni delle scuole superiori a Meriden, nel New Hampshire, dopo il college si spostano ad Austin, in Texas, per vivere insieme e dare vita ad una band.
La prima formazione degli Okkervil River vede quindi come compositore e cantante Will Sheff, Zach Thomas al basso e al mandolino, e Seth Warren alla batteria.
Il loro primo concerto è allo Steamboat di Austin l'11 gennaio 1999. Il nome della band è u riferimento ad una storia breve dell'autrice russa Tatyana Tolstaya in cui si faceva riferimento appunto al fiume Okkervil nei pressi di San Pietroburgo.

Nel 1998, il gruppo auto-produce il suo primo disco, Bedroom EP. Nel corso di due weekend nell'estate del 1999, registrarono un album auto-prodotto composto da sette canzoni intitolato Stars Too Small to Use, con il supporto tecnico di registrazione Jeff Hoskins.
Lo stesso anno incontrano Jonathan Meiburg ad un concerto della sua band Whu Gnu al Waterloo Brewing Company il 3 dicembre 1999. Meiburg in seguito si unisce quindi al gruppo suonando la fisarmonica inizialmente, ma in seguito anche piano e organo.
Grazie a Stars Too Small to Use, gli Okkervil River riescono a partecipare nel 2000 al festival musicale SXSW. Il primo aricolo importante che parlava di loro fu una recensione della loro performance allo SXSW comparso sull'Austin Chronicle del 3 marzo 2000.

Il 18 marzo del 2000 il gruppo incontra il tecnico di registrazione e produttore Brian Beattie durante la loro "vetrina" allo SXSW ed insieme accettarono di fare un disco insieme. Gran parte di quell'anno trascorre lavorando su Don't Fall in Love with Everyone You See. Warren partì per Berkeley nel dicembre dello stesso anno e venne rimpiazzato alla batteria da Mark Pedini.
Durante quell'anno del festival SXSW, gli Okkervil River raccolgono attirano anche l'interesse dell'etichetta Jagjaguwar. Ed è proprio grazie a quest'ultima infatti che il 22 gennaio 2002 Don't Fall in Love with Everyone You See viene distribuito.

Un anno dopo la band si sposta a San Francisco e si riunisce a Warren per incidere il loro terzo album questa volta con il tecnico Scott Solter alla console. La Jagjaguwar pubblica Down the River of Golden Dreams il 2 settembre 2003.
Nel 2003, Pedini lascia ufficialmente la band per portare avanti il suo lavoro di grafico, lasciando gli Okkervil River senza un batterista per l'SXSW di quell'anno. Subentra così Travis Nelsen, fresco di un tour alla batteria con gli Swearing at Motorists dell'etichetta Secretly Canadian. Diviene in breve il batterista a tempo pieno della band. L'anno seguente arriva il quinto membro, il tastierista e chitarrista lap-steel Howard Draper.

Nell'agosto del 2004, gli Okkervil River sono di nuovo in studio con Beattie per ultimare il loro terzo album, Black Sheep Boy, che viene poi pubblicato il 5 aprile 2005. Il lavoro ottiene grandi consensi di critica e pubblico, e sull'onda di questo successo gli Okkervil River pubblicano pochi mesi dopo un EP intitolato Black Sheep Boy Appendix. Seppure si tratti di brani provenienti ancora dalle session di Black Sheep Boy la registrazione finale in studio và ricordata come la prima con Draper, il tastierista Scott Brackett, il chitarrista Brian Cassidy, e il bassista del tour Pat Pestorius,che alla fine rimpiazza definitivamente Zach Thomas nel gruppo.

Il 17 aprile 2006 gli Okkervil River firmano con la Virgin/EMI per la distribuzione Europea. Viene quindi ripubblicato Black Sheep Boy e il seguente Black Sheep Boy Appendix come un doppio disco il 28 aprile 2006. L'etichetta americana Jagjaguwar alla fine, dopo una causa legale, ha pubblicato la Definitive Edition con canzoni e video extra.

The Stage Names, il loro quarto album in studio (prodotto ancora una volta da Beattie), esce il 7 agosto 2007. Il disco è stato realizzato dalla stessa line-up che era andata in tour con Black Sheep Boy e Black Sheep Boy Appendix, con Cassidy che sostituisce Draper (attualmente in pianta stabile con gli Shearwater). L'album conferma il favore della critica per la band texana e esordisce al numero 62 nella Billboard 200 con 10.000 copie vendute.
Gli Okkervil River hanno in previsione di pubblicare un'appendice consistente di materiale non incluso in The Stage Names. Il 12 dicembre 2007 la band ha pubblicato gratuitamente un mixtape di nove canzoni dal titolo "Golden Opportunities" attraverso il loro sito web.

Nel 2001, Meiburg e Sheff fondano una seconda band nota come Shearwater. In origine questo gruppo fu solo uno sbocco per le canzoni di Meiburg e qualche composizione di Sheff che non si adattavano al "modello" Okkervil, ma in seguito gli Shearwater si sono evoluti gradualmente in un'entità indipendente.
La pubblicazione del 2006, Palo Santo (senza Sheff alla voce, ma con i suoi input musicali), ha visto Meiburg ricevere anche in questa incarnazione gli apprezzamenti della critica. Entrambe le band hanno ancora molti fan in comune, e, mentre erano in tour insieme nel 2004, hanno pubblicato uno split-CD ad edizione limitata intitolato Sham Wedding/Hoax Funeral.

Sito Ufficiale: http://www.okkervilriver.com/

Modifica questa wiki

Non vuoi vedere annunci? Abbonati ora

Collegamenti esterni

API Calls