In ascolto tramite Spotify In ascolto tramite YouTube
Passa al video di YouTube

Caricamento del lettore...

Esegui lo scrobbling da Spotify?

Collega il tuo account Spotify a quello di Last.fm ed esegui lo scrobbling di tutto quello che ascolti, da qualsiasi app di Spotify su qualsiasi dispositivo o piattaforma.

Collega a Spotify

Elimina

È disponibile una nuova versione di Last.fm, per assicurarti un funzionamento ottimale ricarica il sito.

Wiki

Physical Graffiti è il sesto album della band britannica Led Zeppelin, pubblicato nel 1975 che raggiunge la prima posizione nella Billboard 200 per sei settimane, nel Regno Unito ed in Canada, la seconda in Austria, Australia, Spagna e Francia, la terza in Nuova Zelanda, la quarta in Norvegia e la settima nei Paesi Bassi. Nel 2003 la rivista Rolling Stone colloca l’album alla posizione nº 73 nella lista dei 500 migliori album di tutti i tempi.

Dopo aver inciso e pubblicato senza interruzione per quattro anni di fila, i Led Zeppelin decisero di prendersi una pausa, trascorrendo buona parte del 1973 senza lavorare praticamente su nulla. Il ruolo sempre piú incisivo di John Paul Jones faceva cadere ogni illazione su rancori o presunte minacce di abbandono del bassista. All’inizio del nuovo anno erano già pronti per suonare il nuovo materiale nella casa di campagna nei pressi Headley Grange e, con l’aiuto dello studio mobile di Ronnie Lane, il lavoro prese forma come sempre molto velocemente: 8 tracce in tutto, abbastanza per fare piú di un album. Per pubblicizzare la nuova etichetta fondata dal gruppo (la Swan Song Records), il manager Peter Grant propose di pubblicare un album doppio che raccogliesse anche il materiale non inserito precedentemente in album ufficiali. Physical Graffiti era pronto nell’estate del 1974 ma le inevitabili discussioni su titolo, copertina e distribuzione fecero slittare la pubblicazione ai primi mesi dell’anno successivo.

Modifica questa wiki

Non vuoi vedere annunci? Abbonati ora

API Calls