In ascolto tramite Spotify In ascolto tramite YouTube
Passa al video di YouTube

Caricamento del lettore...

Esegui lo scrobbling da Spotify?

Collega il tuo account Spotify a quello di Last.fm ed esegui lo scrobbling di tutto quello che ascolti, da qualsiasi app di Spotify su qualsiasi dispositivo o piattaforma.

Collega a Spotify

Elimina

È disponibile una nuova versione di Last.fm, per assicurarti un funzionamento ottimale ricarica il sito.

Wiki

L'album è stato pubblicato nel 1971, prendendo spunto dall' "Antologia di Spoon River", (opera tradotta in italiano da Fernanda Pivano), e con gli arrangiamenti di Nicola Piovani.

« Avrò avuto diciott'anni quando ho letto Spoon River. Mi era piaciuto, forse perché in quei personaggi trovavo qualcosa di me. Nel disco si parla di vizi e virtú: è chiaro che la virtú mi interessa di meno, perché non va migliorata. Invece il vizio lo si può migliorare: solo così un discorso può essere produttivo. »
(F.De Andrè)

Ci sono 9 tracce, di cui 8 direttamente collegate ai personaggi di Spoon River; sono due i temi generali trattati in questo album: da una parte l'invidia e dall'altra la scienza.
La poesia dei testi prende il via ne "La Collina" in cui De Andrè passa in rassegna i personaggi del villaggio e in cui cita il suonatore Jones, a cui dedicherà l'ultima traccia dell'album. A partire dalla seconda traccia, i personaggi di Edgar Lee Masters vengono dipinti con la solita e intelligente ironia di De Andrè.
Ci sono un giudice, un matto, un chimico, un ottico, un malato di cuore, un blasfemo.
Buon ascolto!!

Modifica questa wiki

Non vuoi vedere annunci? Abbonati ora

API Calls