In ascolto tramite Spotify In ascolto tramite YouTube
Passa al video di YouTube

Caricamento del lettore...

Esegui lo scrobbling da Spotify?

Collega il tuo account Spotify a quello di Last.fm ed esegui lo scrobbling di tutto quello che ascolti, da qualsiasi app di Spotify su qualsiasi dispositivo o piattaforma.

Collega a Spotify

Elimina

È disponibile una nuova versione di Last.fm, per assicurarti un funzionamento ottimale ricarica il sito.

Biografia

Fabio Volo, pseudonimo di Fabio Bonetti (Calcinate, 23 giugno 1972), è uno scrittore, attore, conduttore radiofonico, televisivo e doppiatore italiano.

Dopo le scuole medie, alcuni lavori saltuari, tra cui il panettiere nella forneria del padre, il batterista e una fulminea carriera di cantante (una manciata di singoli dance cantati in lingua italiana, incisi tra il 1994 e il 1995 per l'etichetta bresciana Media Records, uno dei quali intitolato Volo, da cui deriva il cognome d'arte), nel 1996 diventa uno dei nuovi personaggi di punta a Radio Capital, creatura di Claudio Cecchetto. Dal novembre 1998 conduce tre edizioni del programma Le Iene su Italia 1, accanto a Simona Ventura e Andrea Pellizzari.

Nel 2001 e 2002 conduce Ca' Volo e Il coyote su MTV, e Smetto quando voglio e Lo spaccanoci su Italia 1. Nell'aprile del 2006 ritorna su MTV con Italo-Spagnolo, trasmesso da un attico che si affaccia su una Rambla di Barcellona. Il bis si ha nel 2007: sempre su MTV, questa volta in diretta da Parigi (Panoramique du Funicolaire a Montmartre) con Italo-Francese. Nel 2008 è nuovamente su MTV con Italo-Americano - Homeless edition, dove, accompagnato su e giù dall'inseparabile amico Ivo, analizza la realtà socio-culturale degli Stati Uniti d'America paragonandola col suo paese di origine.

Della carriera televisiva, si ricordano anche due partecipazioni al programma "Milano-Roma" e una breve esperienza di conduttore del programma "DOC 3" (Rai 3). Nel 2000 inizia l'avventura con Il volo del mattino su Radio Deejay (che dura ancora oggi con Paolino Rossato in regia) e pubblica il suo primo libro, Esco a fare due passi, che vende oltre 300.000 copie. Nel 2002 è la volta del cinema: Fabio debutta in Casomai di Alessandro D'Alatri, nel ruolo di Tommaso, accanto a Stefania Rocca. L'interpretazione gli varrà la candidatura al David di Donatello nella categoria "Miglior attore protagonista".

Del 2003 è il secondo libro È una vita che ti aspetto, uno dei best-seller dell'anno. Dello stesso anno, è il suo debutto teatrale, ne "Il mare è tornato tranquillo", pièce scritta e diretta da Silvano Agosti, con musiche di Ennio Morricone. Nel 2005 esce il film La febbre, sempre di D'Alatri. Nel 2006 viene pubblicato il suo terzo libro Un posto nel mondo.

Nel 2007 è al cinema con Manuale d'amore 2 - Capitoli successivi di Giovanni Veronesi e Uno su due di Eugenio Cappuccio, con cui collabora alla sceneggiatura e di nuovo su MTV Italia con Italo-Francese, talk-show serale trasmesso da Parigi. Il 27 novembre 2007 è uscito il suo quarto libro dal titolo Il giorno in più.

Nel 2008 è protagonista del nuovo film di Cristina Comencini, Bianco e nero, assieme a Ambra Angiolini. Parallelamente presta la sua voce a Po, il panda protagonista del film d'animazione della DreamWorks, Kung Fu Panda. Nell'aprile 2010 è uscito nelle sale cinematografiche il film Matrimoni e altri disastri, diretto da Nina Di Majo, in cui Fabio Volo recita al fianco di Margherita Buy e Luciana Littizzetto.

Il suo ultimo libro Il tempo che vorrei, è uscito il 24 novembre 2009. Al suo attivo anche alcune raccolte in cd ed episodiche collaborazioni con importanti quotidiani e riviste italiani (soprattutto in veste di intervistatore).

Nel 2010 è il vincitore della sesta edizione del "Premio Letterario la Tore Isola d'Elba" un premio all'ingegno e all'eccellenza, già conferito tra gli altri a Stella, Faletti, Camilleri e Vitali: gli è stato assegnato la sera del 21 agosto, in una gremitissima Marciana Marina.

Modifica questa wiki

Non vuoi vedere annunci? Abbonati ora

API Calls