In ascolto tramite Spotify In ascolto tramite YouTube
Passa al video di YouTube

Caricamento del lettore...

Esegui lo scrobbling da Spotify?

Collega il tuo account Spotify a quello di Last.fm ed esegui lo scrobbling di tutto quello che ascolti, da qualsiasi app di Spotify su qualsiasi dispositivo o piattaforma.

Collega a Spotify

Elimina

È disponibile una nuova versione di Last.fm, per assicurarti un funzionamento ottimale ricarica il sito.

Biografia

  • Data di nascita

    1 Gennaio 1947 (età: 71)

  • Luogo di nascita

    Bizerte, Tunisia

F.R. David, pseudonimo di Elli Robert Fitoussi (Menzel Bourguiba, 1 gennaio 1947), è un cantautore, compositore e bassista francese.
Con alcuni amici forma nel 1962 un gruppo twist in cui suona il basso, Les Ken Jones, con cui inizia ad esibirsi; dopo aver effettuato nell'estate del 1965 alcune serate in Corsica, ottengono un contratto discografico con una piccola casa discografica, la Consul, che fa cambiare loro il nome in Les Trèfles e li fa debuttare con l'EP Sont ils innocent?.
Les Boots
Si stacca poi dal gruppo insieme al batterista, Jean Claude Barre, e i due formano un altro gruppo Les Boots, insieme a Farid Khaldi, voce e chitarra ritmica, e Joel Rives, chitarra solista, ottenendo un contratto con la Polydor.
Debuttano suonando in un disco di Gilbert Safrani del 1966, l'EP con Les gens s'en vont dans le ciel, Une fille futile, Je t'attendrai e Mais que fait-il? (cover di Dedicated Follower of fashion dei Kinks); nello stesso anno pubblicano, in primavera, il loro primo EP, che contiene tra le altre Laissez briller le soleil, canzone con un testo che affronta la paura della guerra atomica.
Tutte le quattro canzoni, ed anche quelle del secondo EP, pubblicato in autunno, risentono delle sonorità beat, tipiche del periodo.
Twen viene usata anche in una pubblicità di una marca di cosmetici; alla fine dell'anno però il gruppo si scioglie, e F.R. David comincia l'attività da solista.
Tutte le incisioni dei Les Boots verranno pubblicate, con alcuni inediti e le quattro canzoni incise con Safrani, in CD nel 1997.
Il debutto da solista
Inizia l'attività di cantautore nel 1967, incidendo un EP, sempre con la Polydor, e scegliendo il nome d'arte di F.R. David (sul modello dello pseudonimo del cantante americano P.J. Proby); la canzone che ottiene maggior riscontro è Symphonie.
L'anno successivo incide Sir Geoffrey le sauveur, cover di Sir Geoffrey Saved The World, una canzone dei Bee Gees, ed ottiene i primi riscontri come autore: scrive infatti Petite fille per Eric Charden nel 1969.
Sempre nel 1969 incide C’est ma vie, cover di It’s Me That You Need di Elton John (in Italia portata al successo da Maurizio Vandelli).
In Italia
Nel 1969, durante un'esibizione a Torino, al Mac One, viene contattato dal produttore discografico Antonio Marrapodi (che in seguito diventerà un dirigente della EMI Italiana che, ascoltando una sua canzone, gli propone di inciderla in italiano, offrendogli un contratto con la Saint Martin Record: il brano è Luisa Luisa, che ottiene un discreto successo.
Negli anni seguenti F.R. David pubblica altri 45 giri cantati in italiano, che restano inediti in Francia, ma che non ripetono il successo del primo.
I Cockpit, Les Variations, i King of Hearts e l'attività di session man
Nello stesso periodo entra come bassista nei Cockpit, incidendo nel 1971 Bright tomorrow (di cui Patty Pravo inciderà una cover in italiano, Preghiera) e pubblicando anche un album.
Partecipa inoltre in questo periodo a varie incisioni di altrri artisti come session man, suonando con Claude François, Jean-Michel Jarre e Vangelis Papathanassiou (per cui suona le percussioni nell'album Earth).
Nel 1974 entra nei Les Variations, gruppo francese di hard rock, con cui rimane per due anni come voce solista: con loro incide il quarto album del gruppo.
Abbandona poi il gruppo e, con il chitarissta dei Les Variations Marc Tobaly forma i King of Hearts, pubblicando l'album Close, but no guitar nel 1978, registrato negli Stati Uniti ed a cui collabora anche alle chitarre Steve Porcaro.
Il successo
Alla fine del decennio decide di ricominciare la carriera da solista e, dopo un 45 giri di scarso successo per l'RCA, firma un contratto con la Carrere Records.
Ottiene il suo più grande successo nel 1982 con Words (Don't Come Easy), che in Italia entrerà in classifica l'anno successivo; sempre nel 1983 F.R. David la proporrà al Festivalbar.
La canzone in seguito verrà reincisa come cover da altri artisti come Fiorello (nel 1993 nell'album Spiagge e lune, tradotta in italiano come Puoi) e la cantante spagnola Soraya Arnelas (che la inserisce nell'album La Dolce Vita del 2007 e la pubblica anche come singolo).
Passa poi alla CBS, continuando l'attività.

Modifica questa wiki

Non vuoi vedere annunci? Abbonati ora

Collegamenti esterni

API Calls