In ascolto tramite Spotify In ascolto tramite YouTube
Passa al video di YouTube

Caricamento del lettore...

Esegui lo scrobbling da Spotify?

Collega il tuo account Spotify a quello di Last.fm ed esegui lo scrobbling di tutto quello che ascolti, da qualsiasi app di Spotify su qualsiasi dispositivo o piattaforma.

Collega a Spotify

Elimina
Elimina

As your browser speaks English, would you like to change your language to English? Or see other languages.

È disponibile una nuova versione di Last.fm, per assicurarti un funzionamento ottimale ricarica il sito.

Biografia

  • Data di nascita

    26 Gennaio 1955

  • Luogo di nascita

    Amsterdam, Noord-Holland, Paesi Bassi

  • Data di morte

    6 Ottobre 2020 (età: 65)

Edward Lodewijk van Halen (Amsterdam, 26 gennaio 1955 – Santa Monica, 6 ottobre 2020) è stato un chitarrista olandese naturalizzato statunitense.

Co-fondatore dell'omonimo gruppo, viene annoverato tra i più influenti, innovativi e talentuosi chitarristi del XX secolo soprattutto grazie al perfezionamento della tecnica del tapping, che ebbe grande impatto sulle generazioni successive di chitarristi in particolare della scena hard rock e heavy metal.

La rivista Rolling Stone lo ha classificato all'ottavo posto tra i cento migliori chitarristi di ogni tempo, mentre la rivista specializzata Guitar World lo classifica al primo.

Nato ad Amsterdam, in Olanda, visse nella città di Nijmegen sino all'età di 7 anni. Si avvicina alla musica suonando il pianoforte e la batteria. Trova però la sua vera vocazione a 12 anni, inziando a studiare la chitarra del fratello maggiore Alex. Al momento di formare il primo gruppo, in accordo con il fratello, Eddie passa definitivamente alla chitarra e Alex alla batteria.

Emigrato nel 1962 con la sua famiglia a Pasadena, negli Stati Uniti, inizia a focalizzarsi sulla musica, esercitandosi assieme al fratello Alex. Entrambi crebbero musicalmente molto in fretta e sviluppano i propri stili studiando prevalentemente Rock, in particolar modo i brani dei Beatles e dei Led Zeppelin.

Nella metà degli anni Settanta, i fratelli danno vita ai Van Halen, assieme all'estroso bassista Michael Anthony e all'istrionico cantante David Lee Roth.

La carriera dei Van Halen è caratterizzata da successo immediato e il quartetto sarà applaudito per le sue indiscusse doti musicali. Lo stile innovativo del chitarrismo di Eddie, così come il talento di showman e la presenza scenica di Roth, portano velocemente i Van Halen in cima alle classifiche mondiali.

Tra le canzoni emblematiche del suo stile è da citare Eruption, uno strumentale di sola chitarra (con un intro di batteria) in cui sfoggia tutti i suoi trucchi pirotecnici e del suo sound personalissimo, ma anche Jump (una delle hit più trasmesse negli anni Ottanta) e Runnin' With The Devil sono enormi successi. Nella band, egli suona anche le tastiere.

Una delle tecniche che lo resero popolare fu quella del tapping, ovvero suonare la chitarra con entrambe le mani sulla tastiera, che permette di raggiungere ampi intervalli e produce un suono molto particolare. Molti attribuiscono a Van Halen l'invenzione del tapping a 8 dita. Questa tecnica sembra che sia stata da lui "trovata" per caso mentre cercava di riprodurre un assolo di Jimmy Page, uno dei suoi idoli. In realtà la tecnica del tapping ha origini ancora più antiche, essendo conosciuta e utilizzata già nella musica per violino del XIX secolo, come ad esempio, nel Capriccio n. 24 di Niccolò Paganini. In epoca più recente, tra gli altri, il chitarrista jazz Barney Kessel ne dà una breve dimostrazione durante un video del 1964, mentre il chitarrista dei Genesis Steve Hackett la sperimenta nel brano Dancing With The Moonlit Knight, tratto dal famoso album Selling England by the Pound.

Tuttavia, a parte le innovazioni apportate grazie al tapping, Eddie Van Halen può considerarsi uno dei più influenti pionieri della chitarra Rock e Heavy Metal sia per il suo approccio estremamente originale nella creazione degli assoli (non solamente per il tapping) ma anche, e soprattutto, per l'approccio "globale" alla tecnica chitarristica, anche in funzione ritmica, che va dalla grande padronanza nella modifica del suono tramite amplificatore ed effetti fino all'abitudine di personalizzare lo strumento, divenuta dopo di lui uno standard nel rock.

Il suo stile virtuosistico e il suo suono innovativo verranno ripresi da numerosi chitarristi a lui successivi (Nuno Bettencourt in particolare si ispira apertamente al suo sound aggressivo e accattivante, ma anche Yngwie Malmsteen, Randy Rhoads, Marty Friedman, Paul Gilbert, Reb Beach, George Lynch, Zakk Wylde, il compianto Dimebag Darrell, Vito Bratta e molti altri).

Un particolare avvenimento fu nel 2004, quando Dimebag Darrell fu ucciso e Eddie Van Halen suonò un assolo in sua memoria al suo funerale, dopo poggiò la chitarra sulla bara del chitarrista.

Nel 2008 è stato ufficializzato il suo divorzio dall'attrice Valerie Bertinelli, sposata nel 1981, dalla quale ha avuto un figlio, Wolfgang nato nel 1991, chiamato dal padre al basso per sostituire Michael Anthony nel tour 2008 dei Van Halen.

Nel 2000 gli viene diagnosticato un tumore alla gola, gli sarà per questo asportata parte della lingua; tuttavia per via di questo male, nel frattempo estesosi fino al cervello, muore il 6 ottobre 2020 all'età di 65 anni.

Modifica questa wiki

Non vuoi vedere annunci? Effettua l'upgrade

Artisti simili

In evidenza

API Calls