È disponibile una nuova versione di Last.fm, per assicurarti un funzionamento ottimale ricarica il sito.

Biografia

  • Data di nascita

    14 Maggio 1952 (età: 65)

  • Luogo di nascita

    Dumbarton, West Dunbartonshire, Scotland, Regno Unito

Byrne è nato a Dumbarton, piccolo centro della Scozia non lontano da Glasgow, nel 1952.
Tra il 1971 e il 1972 formò insieme a un suo amico di Baltimora un duo chiamato Bizadi, nel quale Byrne si produsse nel violino, nell’ukulele e nel canto; il duo si esibì nei locali cittadini e, poi, a San Francisco, come artisti di strada o nei ristoranti. L’esperienza terminò nella primavera del 1972 e Byrne tornò a Providence per riprendere i contatti artistici con Chris Frantz e Tina Weymouth. I tre furono il nucleo fondante, nel 1974, dei Talking Heads a cui si aggiunse nel 1976 Jerry Harrison.

Durante il periodo con i Talking Heads David Byrne si alternò sempre con altri progetti: per esempio, nel 1981 collaborò con Brian Eno all’album My Life in the Bush of Ghosts, che riscosse i favori della critica e fu tra i prodromi delle produzioni con musica campionata.
Sempre nel 1981 Byrne compose per la coreografa Twyla Tharp le musiche per The Catherine Wheel, un balletto che fu presentato in quella stessa stagione a Broadway; poco dopo, per la compagnia di danza belga Ultima Vez, compose il paesaggio sonoro In Spite of Wishing and Wanting.
Del 1987 è la collaborazione con Ryuichi Sakamoto e Cong Su per le musiche del film di Bernardo Bertolucci L'ultimo imperatore, che valsero all’artista il premio Oscar e il Golden Globe 1988 e il Grammy 1989 per la migliore colonna sonora.
Già un anno prima, comunque, Byrne aveva diretto, recitato e composto le musiche per il film musicale True Stories. Nella sua vasta discografia vanta anche musiche per teatro (Stop Making Sense, 1984, recital del quale curò anche le coreografie) e per documentari (Île Aiye. 1986), oltre ad apparizioni come guest-star a supporto di altri gruppi (ad esempio per i 10,000 Maniacs durante un loro concerto per MTV).
Alla fine degli anni ottanta Byrne diede vita a un’etichetta discografica world music chiamata Luaka Bop, per la produzione e la promozione dei lavori di artisti come Cornershop, Os Mutantes, Los De Abajo, Jim White, Zap Mama, Tom Zé e altri.
Del 2003 è la pubblicazione di un libro con annesso DVD, Envisioning Emotional Epistemological Information, che comprende lavori composti esclusivamente con Microsoft PowerPoint.
Nel 2004 è uscito un album (attualmente l'ultimo da solista) dal titolo Grown Backwards, con atmosfera classica e arrangiamento per archi. Dello stesso anno è anche un tour in Nord America e Australia, concluso con gli spettacoli a Los Angeles, San Diego e New York nell’agosto 2005. Dopo quest’esperienza, Byrne ha iniziato a lavorare insieme a Fatboy Slim a Here Lies Love, un’opera rock ispirata alla vita di Imelda Marcos, vedova del noto dittatore filippino, che ha avuto una parziale anteprima alla Carnegie Hall di New York nel febbraio 2007.
Nel frattempo, nel 2006 è uscita una versione rimasterizzata - e con alcune nuove bonus track - del disco prodotto nel 1981 con Brian Eno. Due tracce del nuovo album sono state rilasciate in Creative Commons.

Modifica questa wiki

Non vuoi vedere annunci? Abbonati ora

Collegamenti esterni

API Calls