In ascolto tramite Spotify In ascolto tramite YouTube
Passa al video di YouTube

Caricamento del lettore...

Esegui lo scrobbling da Spotify?

Collega il tuo account Spotify a quello di Last.fm ed esegui lo scrobbling di tutto quello che ascolti, da qualsiasi app di Spotify su qualsiasi dispositivo o piattaforma.

Collega a Spotify

Elimina

È disponibile una nuova versione di Last.fm, per assicurarti un funzionamento ottimale ricarica il sito.

Biografia

  • Data di nascita

    30 Ottobre 1930

  • Data di morte

    26 Giugno 1956 (età: 25)

Clifford Benjamin Brown (Wilmington, 30 ottobre 1930 – Pennsylvania, 26 giugno 1956) è stato un trombettista statunitense. Fu uno dei capiscuola dell’.

Nonostante la sua carriera sia durata solo 4 anni, a causa della morte prematura e improvvisa in un incidente automobilistico, esercitò un notevole influsso sui trombettisti della generazione successiva, tra cui Lee Morgan, Freddie Hubbard, Booker Little, Woody Shaw, Wynton Marsalis, Nicholas Payton, Arturo Sandoval e Valery Ponomarev.

Ultimo di otto fratelli, incominciò a suonare la tromba, incitato dal padre Joe Brown, all’età di 12 anni e mosse i primi passi nella musica esibendosi con la banda della propria scuola. Il suo primo insegnante curò molto la sua formazione tecnica: uno degli esercizi in cui si cimentava richiedeva di eseguire 32 battute in un solo respiro.

Tenne i primi concerti a Filadelfia dove venne subito notato da trombettisti già affermati come Dizzie Gillespie e Fats Navarro. Alla fine degli anni quaranta Brownie, come veniva affettuosamente soprannominato, studiò musica alla Maryland University e nel giugno del 1950 rimase coinvolto in un incidente stradale, il primo di tre gravi scontri, l’ultimo dei quali gli risultò fatale.

Nel 1952, a ventidue anni, entrò nella formazione di Chris Powell con la quale fece le sue prime registrazioni. Da qui in poi iniziò una rapida ascesa che lo portò a militare nel complesso di Tadd Dameron, ad Atlantic City, ed in quello del vibrafonista Lionel Hampton nell’autunno del 1953, con il quale intraprese una tournée europea. Licenziato da Lionel Hampton per aver compiuto delle registrazioni non permesse dal contratto che li legava, entrò nella formazione del batterista Art Blakey e, nel 1954, la celebre rivista di Down Beat lo elesse come stella nascente dell’anno.

A metà di quello stesso anno si trasferí in California dove diede origine ad una delle piú talentuose e affiatate collaborazioni della storia del : quella tra lui ed il batterista Max Roach. I due formarono un quintetto con il sassofonista Harold Land, che però lasciò presto il posto al tenore di Sonny Rollins, il quale sarebbe dovuto rimanere con quella formazione solo poche settimane, ma che finí per restarvici per un anno a mezzo. Il quintetto, grazie a questi tre musicisti, ottenne subito grande successo proponendo una perfetta sincronia nelle improvvisazioni su tempi sempre molto rapidi e una velocità tecnica erede dei boppers degli anni quaranta. Della loro bravura rimangono molte prove in album come At Basin Street e Plus 4, entrambi del 1956.

Il 26 giugno 1956, a soli ventisei anni, perse la vita, assieme al pianista del gruppo Richie Powell (fratello di Bud Powell) e a sua moglie, in un incidente stradale mentre viaggiava durante una tournée da Filadelfia a Chicago.

Modifica questa wiki

Non vuoi vedere annunci? Abbonati ora

Collegamenti esterni

API Calls