In ascolto tramite Spotify In ascolto tramite YouTube
Passa al video di YouTube

Caricamento del lettore...

Esegui lo scrobbling da Spotify?

Collega il tuo account Spotify a quello di Last.fm ed esegui lo scrobbling di tutto quello che ascolti, da qualsiasi app di Spotify su qualsiasi dispositivo o piattaforma.

Collega a Spotify

Elimina

È disponibile una nuova versione di Last.fm, per assicurarti un funzionamento ottimale ricarica il sito.

Biografia

Biografia
Alejandro nacque a Guadalajara, Jalisco (Messico) il 24 aprile 1971, ultimo di tre figli avuti dal padre cantautore Vicente Fernández, considerato un pilastro della musica mariachi in Messico.
Esordì sul palcoscenico già da bambino in compagnia del padre, cantando Alejandra.
Durante l'adolescenza si prese cura del ranch di famiglia, Los Tres Potrilles (letteralmente I tre puledrini), così chiamato in onore dei figli dal padre.
Una volta arrivato alla maggiore età, si fidanzò con América Guitan, restaurò il ranch di famiglia e intraprese la carriera universitaria seguendo i corsi di architettura.
Nel 1990 fermò gli studi per incidere il suo primo album (pubblicato nel 1991), intitolato Alejandro Fernández. Il tema centrale delle canzoni era sul ranch di famiglia, ma nonostante la banalità divenne un successo, in breve tempo gli venne affibiato il nome di El potrillo de México (letteralmente Il puledrino del Messico).
Per onorare la carriera e la figura del padre, Vicente Fernández, Alejandro incise un singolo di medio rendimento, El Potrillo se va.
I dischi pubblicati in seguito, Piel de niña e Grandes Exitos A La Manera De Alejandro Fernandez, lo lanciarono ufficialmente nel mondo della musica. Con l'album Grandes Exitos si distacca dal genere del mariachi sviluppando un tono ravvicinato col pop latino.
Nel 1995, uscì un album miliare Que seas muy feliz, il primo singolo estratto fu Como quien pierde una estrella, il quale mostrò un ritmo pop rivolto al pubblico giovanile. Questo fu anche uno dei pochi singoli che sbarcarono negli USA, oltreché che nella sola America Latina.
Nel 1996 incise un altro album, Muy dentro de mi corazón, il quale gli conferì un doppio disco di platino in Messico a poca distanza dall'uscita. Produsse anche una canzone che, sarebbe poi stata utilizzata alle XXVI Olimpiade, tenutasi ad Atlanta, Georgia (USA).
Nel 1997, incise un nuovo disco, Me estoy enamorando, dedicato alle figlie e alla moglie. Il disco sembrò averlo lanciato nel mondo del pop latino. Nello stesso anno, sua moglie América, già madre del primogenitro Alejandro, partorì due gemerelle, América e Camila.
Nelle classifiche annuali di Billboard, vennero nominate tra le migliori canzoni uscite Si tu supieras e En el jardín, quest'ultima cantata assieme a Gloria Estéban.
Nel 1998, incise un nuovo album Mi verdad, col quale ritornò sul filone mariachi, mentre nel 1999, con Christmas in Vienna VI cantò sia in lingua spagnola che in inglese alcune tradizioni opere di Natale, al disco presero parte anche Plácido Domingo e Patricia Kaas.
Nel 1999, giunse il divorzio annunciato con América, ciò nonostante, riavvivò la vita di coppia dopo aver conosciuta Ximena Díaz, conosciuta in un palenque colombiano. Dopo l'arresto del fratello, Vicente Fernández, la sua famiglia fu costretta a trasferirsi negli USA, dove ricostruirono una vita a San Antonio (Texas). Il trasloco durò poco e la coppia si trasferì su volere della famiglia Fernández nuovamente in Messico. La coppia si trasferì a Guadalajara, a pochi kilometri dal luogo natio del cantante, in questo arco temporale, Ximena rimase incinta, il figlio verrà chiamato Emiliano.
Nel 2000 uscì l'ottavo disco di Alejandro, Entre tus brazos, nuovamente centralizzato sul genere pop. Il disco seguente, Orígenes, superò i limiti mai raggiunti prima, ottenendo due dischi di platino negli USA, uno in Messico, un disco d'oro in Ecuador e un altro in Venezuela.
Nel 2001, aprì un tour assieme a suo padre Vicente, da cui ne venne tratto un doppio CD, Por última vez juntos.
Nel 2002, Ximena gli dà la quintogenita, Valentina, dopo la nascita si parlò di una possibile vasectomia, ma il cantante non volle mai parlarne.
Nel 2004, Alejandro partecipò al film messicano El sueño del héroe, di cui ne produsse la colonna sonora. Il film fu un insuccesso, ma per lo meno dimostrò la versalità del cantante in ogni mestiere.
Il successo spagnolo venne accompagnato grazie al singolo Me dediqué a perderte, col quale fece debuttare l'album in studio A corazón abierto.
Il 22 giugno 2005, Alejandro tenette un concerto a Madrid (Spagna), con in quale guadagnò ancor più successo, venne prodotto anche un DVD, ritraente le ore del concerto.
Nello stesso anno, terminò la relazione con Ximena, a Madrid, portò la giovane Ayari, successivamente dichiarata come fidanzata.
Il 2005, fu l'anno consacrante per la carriera, oltre ad ottenere i primi successi nell'UE, precisamente in Spagna, dove tenette un concerto a Monterrey con accanto Placido Domingo e José Carreras. Aprì anche una tournée negli Stati Uniti in compagnia di Chayanne e Marc Anthony, questa fu una delle più seguite dell'anno e venne soprannominata la "Tournée dei Tre Latinos". Il successo in Spagna non si chiuse celermente come aspettato e, la rivista People en español lo aggiunse nella lista dei 50 uomini più belli del mondo.
Discografia
• 1992: Alejandro Fernandez
• 1993: Piel De Niña
• 1994: Grandes Exitos A La Manera De Alejandro Fernandez
• 1995: Que Seas Muy Feliz
• 1996: Muy Dentro de Mi Corazón
• 1997: Me Estoy Enamorando
• 1999: Mi Verdad
• 1999: Christmas in Vienna VI (feat Plácido Domingo e Patricia Kaas)
• 2000: Entre tus brazos
• 2001: Orígenes
• 2002: Un Canto De México
• 2003: Niña Amada Mía
• 2003: En Vivo: Juntos Por Ultima Vez
• 2004: Zapata: El sueño del héroe (colonna sonora)
• 2004: A Corazón Abierto
• 2005: México - Madrid: En Directo Y Sin Escalas
• 2007: Viento A Favor
• 2007: 15 Años De Éxitos

Modifica questa wiki

Non vuoi vedere annunci? Abbonati ora

API Calls