Passa al
video di YouTube

Caricamento del lettore...

Elimina

As your browser speaks English, would you like to change your language to English? Or see other languages.

Biografia

Tim Berne è un sassofonista e compositore americano. Iniziò una carriera prolifica a partire dagli anni Ottanta. Il suo periodo di successo è stato piuttosto limitato; Berne infatti registrò due soli album con la Columbia Records, ma ha sempre avuto un forte sostegno da parte della critica per la sua particolare musica.
Berne era un amante della musica che non aveva alcun interesse a suonare uno strumento fino a quando, mentre frequentava il college, acquistò un sassofono contralto. Si interessava perlopiù di Rhythm & Blues, ascoltava i dischi della Stax e di Aretha Franklin finché non ascoltò il disco del 1972 di Julius Hemphill intitolato Dragon A.D.. Hemphill era diventato famoso famoso per aver unito la musica soul al funk e al free jazz.
Berne si trasferì nella città di New York nel 1974 e prese alcune lezioni proprio Hemphill e più tardi registrò addirittura alcuni brani con lui.
Nel 1979 Berne fece pubblicare dall’Empire Recordings alcuni suoi dischi. Registrò Fulton Street Maul e Sanctified Dreams per la Columbia Records. Gli amministratori della casa discografica pensarono -e a ragione- che la musica di Berne avrebbe fruttato poco in termini economici, così negli ultimi anni Novanta Berne fondò una propria etichetta, la Screwgun Records, con la quale poter pubblicare il proprio materiale e quello di molti altri artisti.
Oltre alla sua attività di solista e leader della band, Berne registrò e si esibì con il chitarrista Bill Frisell, con il compositore d’avanguardia e sassofonista John Zorn, col viollinista Met Maneri, il chitarrista David Torn, il violoncellista Hank Roberts, il trombettista Herb Robertson e come membro del trio Miniature.
Negli ultimi anni Berne ha suonato in diverse formazioni con il batterista Tom Rainey, il tastierista Craig Taborn, il bassista Michael Formanek e Drew Gress, i chitarristi Marc Ducret e David Torn ed il fisarmonicista Chris Speed.
Le composizioni complesse e articolate di Berne sono spesso anche molto estese; pezzi che vanno dai venti ai trenta minuti non sono rari nel suo repertorio. Il critico musicale John Howard, in una lunga intervista all’artista pubblicata nel 1998, a proposito delle sue lunghe composizioni disse «non diventano mai noiose. I musicisti sono dotati di una brillante creatività e di un’abilità tale da non perdersi mai nelle stanze che queste ampie cornici di tempo creano».

Modifica questa wiki

API Calls