Caricamento del lettore...

Elimina

As your browser speaks English, would you like to change your language to English? Or see other languages.

I Gun Club (originariamente chiamati The Creeping Ritual) sono una rock band nata nel 1980 a Los Angeles, USA attorno al carismatico leader Jeffrey Lee Pierce.

La formazione originaria, oltre a Pierce (chitarra e voce), è composta da Kid Congo Power, al secolo Brian Tristan (chitarra); Rob Ritter (basso); Terry Graham (batteria).

Kid Congo Power lascia i Gun Club per unirsi ai The Cramps prima della pubblicazione di Fire Of Love, esordio della band datato 1981; sarà sostituito alla chitarra da Ward Dotson.

Il debutto del gruppo è una miscela esplosiva di punk, blues, psychobilly e voodoo, bissata dal successivo Miami nel 1982. Intanto Rob Ritter ha lasciato i Gun Club per i 45 Grave (muore per una overdose nel 1992), sostituito dalla bassista dei The Bags, Patricia Morrison.

Nel 1983 esce l'EP Death Party: la line-up annovera Jim Duckworth alla chitarra, Jimmy Joe Uliana al basso e Dee Pop dei The Bush Tetras alla batteria.
Nel 1984 è la volta di The Las Vegas Story: si torna alla line-up di base, con Pierce affiancato da Patricia Morrison, Terry Graham ed il rientrante Kid Congo Power.

Dopo la pubblicazione del disco Jeffrey Lee si trasferisce a Londra ed il gruppo si divide: Pierce visita l'Asia ed il Giappone, ed inizia a lavorare al suo album da solista, Wildweed, insieme alla compagna e chitarrista, la giapponese Romi Mori. Kid Congo intanto è adottato dai Nick Cave and The Bad Seeds, mentre Patricia Morrison entra nei Sisters of Mercy.

Nel 1987, in seguito all'incontro tra Jeffrey Lee e Robin Guthrie dei Cocteau Twins, la band si riforma a Londra e pubblica Mother Juno: accanto a Pierce ci sono Romi Mori come bassista, Kid Congo Power ed il batterista Nick Sanders. Intanto diventano sempre più pressanti i problemi dovuti alla dipendenza di Jeffrey Lee da alcol e droghe.

Nel 1990 la band rilascia Pastoral Hide and Seek, seguito nel 1991 dall'EP Divinity.
Pierce nel 1992 pubblica parallelamente Ramblin' Jeffrey Lee, mentre Kid Congo lavora al progetto Congo Norvell. C'è però anche tempo per un tour a nome Gun Club, dal quale verra ricavato l'album Live.

Mother Juno, pubblicato nel 1993, è l'ultimo disco dei Gun Club.
Nell'agosto del 1995 la band si riunisce per un concerto al Viper Room di Johnny Depp con una nuova line-up: ci sono i soliti Jeffrey Lee, Kid Congo e Romi Mori, ai quali si aggiungono le new-entries Wayne Kramer alla batteria e Mike Martt alla chitarra (Tex and the Horseheads).

Intanto Jeffrey Lee fa numerosi viaggi in Giappone entrando in contatto con la scena musicale nipponica dalla quale è profondamente affascinato. Lavora anche ad un libro autobiografico che non riuscirà mai a terminare: nel 1996, mentre è in viaggio nello Utah per trovare il padre, è colto da un emorragia cerebrale ed entra in coma. Muore una settimana dopo, il 31 marzo 1996.

In evidenza

API Calls