Caricamento del lettore...

Elimina

As your browser speaks English, would you like to change your language to English? Or see other languages.

Biografia

Gli Stone Temple Pilots fanno parte di quei gruppi rock americani raggruppati ad inizio degli anni '90 sotto il nome generico di grunge, ritornati dopo un primo scioglimento, insieme nella prima metà del 2008 con il rientro nella line up dell' ex cantante dei Velvet Revolver Scott Weiland.

A differenza dei loro "colleghi" di Seattle (Nirvana, Pearl Jam, Soundgarden, Alice in Chains) hanno la caratteristica appunto di non appartenere a questa città, divenuta famosissima in quegli anni per il fatto di esser presa come punto di riferimento del nuovo stereotipo del rock mondiale.

Questo creò loro il problema di esser definiti dei cloni della scena musicale di Seattle (soprattutto dei Pearl Jam), mentre si riveleranno ben capaci di appartenere a questo filone (il grunge) avendo però un loro suono ben definito e particolare, come del resto tutti i gruppi grunge, i quali, pur essendo raggruppati dai media sotto lo stesso nome, hanno ognuno uno stile diverso dall'altro.

Le loro canzoni più famose sono Plush, Sex Type Thing, Creep, Vasoline ed Interstate Love Song.

Dopo essersi incontrati ad un concerto dei Black Flag, Scott Weiland (voce) e Robert DeLeo (basso) decidono di formare un gruppo. A loro si unì subito dopo il batterista Eric Kretz, seguito dal fratello di Robert DeLeo, Dean, ingaggiato come chitarrista. Dopo varie esibizioni nei locali di San Diego (città dove si formò la band) con un diverso nome, i quattro ottennero un vasto seguito, e nel 1990 decisero di cambiare il nome del gruppo nel definitivo Stone Temple Pilots. Nel frattempo si spostarono a Los Angeles, per affinare la loro tecnica musicale e per tentare di costruirsi un seguito anche lì. Nel 1992 avvenne la svolta. Dopo la presentazione di varie demo, la band firmò un contratto con la Atlantic Records, e durante lo stesso anno debuttò con l'album Core, il quale ottenne un ottimo successo, grazie soprattutto alle hit Plush, Sex Type Thing e Creep.

Nonostante il successo decretato dalle buone vendite e dall'accrescersi del seguito della band, i critici musicali li additavano come delle brutte copie di band come Pearl Jam, Soundgarden ed Alice in Chains. Nonostante queste critiche negative il gruppo continuava ad acquisire notorietà e fans in tutto il mondo. Fecero infatti da gruppo di supporto per quattro settimane ai Rage Against the Machine, e successivamente furono di supporto per quaranta date ai Megadeth. Nel 1993, grazie al successo crescente, fecero un tour come band principale per due mesi e mezzo negli Stati Uniti. Nel gennaio del 1994 furono votati come migliore band esordiente dai lettori della rivista Rolling Stone, e contemporaneamente peggiore band esordiente dai critici musicali. La strana contrapposizione delle nomination venne risolta nel mese successivo, quando il gruppo vinse il premio come migliore nuovo artista nelle sezioni Pop/Rock e Heavy Metal/Hard Rock agli American Music Awards. Il 1° marzo, alla cerimonia di assegnazione dei Grammy Awards, la band conquistò il suo primo Grammy grazie a Plush, come migliore Hard Rock Performance.

Nel 1994 gli Stone Temple Pilots rientrarono in studio di registrazione per realizzare il loro secondo album, Purple. Completato in meno di un mese, l'album debuttò al numero uno delle classifiche americane dopo il rilascio avvenuto nel giugno dello stesso anno. Questo avvenne grazie soprattutto al pezzo Interstate Love Song, molto orecchiabile e programmato dalle radio continuamente, che segnò anche il record di quindici settimane in testa alla classifica della "Album rock tracks". Altri pezzi che diedero spinta all'album furono Vasoline e Big Empty, quest'ultima inserita anche nella colonna sonora del film Il corvo. In ottobre, dopo soli quattro mesi dalla sua pubblicazione, l'album aveva venduto già tre milioni di copie. Gli Stone Temple Pilots avevano quindi raggiunto l'apice della loro notorietà.

Nel 1995 il successo della band continuò a crescere, ma non fu un anno totalmente positivo. Due settimane di prove in studio di registrazione vennero accantonate, e nel maggio dello stesso anno Scott Weiland venne arrestato a Pasadena, California, per possesso di eroina e cocaina. Di fronte alla possibilità di dover scontare tre anni di prigione, Weiland si dichiarò non colpevole, e il processo venne spostato all'anno successivo. In seguito all'arresto di Weiland il gruppo si sciolse temporaneamente. Weiland formò temporaneamente un gruppo col nome di The Magnificent Bastards, che contribuì alla colonna sonora del film Tank Girl e inserì un pezzo in un album tributo a John Lennon. In ottobre la band si riunì a Weiland per iniziare la registrazione del terzo album.

La spina nel fianco di questo gruppo americano si rivelò essere la tossicodipendenza del suo leader Scott Weiland, la quale creò molti problemi alla band, soprattutto a partire dal disco Tiny Music… Songs from the Vatican Gift Shop, pubblicato nell'aprile del 1996, disco che subì critiche feroci da parte dei critici musicali.

L'abuso di eroina da parte di Weiland impedì la promozione dell'album e soprattutto il regolare svolgimento del tour, dato che in quell'anno fu obbligato a seguire un programma di disintossicazione per almeno sei mesi dal giudice di Pasadena, in seguito all'arresto avvenuto l'anno precedente. Dopo cinque mesi passati in un centro di riabilitazione, le accuse di possesso di eroina e cocaina vennero stralciate nell'ottobre del 1996. La sua permanenza in questo centro risultò però inutile, perché nel gennaio del 1997 dovette far ricorso ad un altro periodo di riabilitazione in un altro centro. Questo fece si che il tour che era stato programmato per i mesi successivi venne annullato.

A questo punto la pazienza degli altri membri della band arrivò al limite. Nel maggio del 1997 la rivista Guitar Play Magazine scrisse che gli Stone Temple Pilots volevano onorare il loro contratto con la casa discografica che prevedeva la realizzazione di cinque album, ma che il prossimo lavoro lo avrebbero realizzato senza Weiland e sotto un'altra denominazione.

Nel settembre del 1997, vista la separazione venutasi a creare, Weiland realizzò un album solista, Twelve Bar Blues, mentre il resto della band insieme all'ex cantante dei Ten Inch Men, Dave Coutts, formò la band Talk Show, che produsse un unico album omonimo. Nonostante le buone recensioni e il supporto al tour dei Foo Fighters, le vendite risultarono molto basse, e la band si sciolse quasi subito.

Quando tutto sembrava finito, nel 1999 il gruppo riuscì a registrare ancora un disco No. 4 che, al contrario del precedente, ottenne un buon successo, grazie ai singoli Down e No Way Out, ma soprattutto grazie a Sour Girl, che raggiunse la terza posizione in classifica.

Ma i soliti problemi del leader del gruppo continuarono a ripetersi, così, all'uscita nel 2001 del loro quinto album Shangri-La Dee Da, nonostante Weiland avesse terminato un programma di riabilitazione, il gruppo si sciolse definitivamente. Nel 2003 gli Stone Temple Pilots pubblicarono una raccolta dei loro maggiori successi, Thank You. Il cantante Scott weiland, nel 2004, entro' nella line up dei Velvet Revolver, super gruppo composto da Slash, Duff McKagan, Matt sorum e Dave Kushner.
Dopo 2 album di medio successo e 4 anni ininterrotti di tour, Weiland lascio' la band per ritornare nei suoi Stone Temple Pilots, attualmente in lavorazione sul nuovo album.

Formazione

* Scott Weiland - voce
* Dean DeLeo - chitarra
* Robert DeLeo - basso
* Eric Kretz - batteria

Discografia

* 1992 - Core (Atlantic Records)
* 1994 - Purple (East West)
* 1996 - Tiny Music… Songs from the Vatican Gift Shop (Atlantic Records)
* 1999 - No. 4 (Atlantic Records)
* 2001 - Shangri-La Dee Da (Atlantic Records)
* 2003 - Thank You (compilation) (Atlantic Records)

Modifica questa wiki

API Calls