È disponibile una nuova versione di Last.fm, per assicurarti un funzionamento ottimale ricarica il sito.

Biografia

I Saint Vitus sono uno dei gruppi cardine della scena doom metal mondiale capaci negli anni '80 di proseguire sul discorso già intrapreso nel decennio precedente dai Black Sabbath dei quali riprendono l'incedere lento e lisergico della musica qui portato all'estremo in un entusiasmante mix tra sonorità settantiane rilette secondo i canoni dell'allora nascente movimento heavy metal.
Vivono il loro periodo di maggior splendore tra 1987 e 1990 grazie all'ingresso in line-up dello storico singer Scott "Wino" Weinrich una delle icone della scena doom mondiale e già singer di innumerevoli bands tra le quali i The Obsessed.
I Saint Vitus si formano nel 1979 a Los Angeles per volere del singer Scott Reagers, del chitarrista Dave Chandler, del bassista Mark Adams e del batterista Armando Costa e partono con il nome di Tyrant. Curiosa è la provenienza degli statunitensi che emergeranno negli anni '80 in quella Los Angeles che diventerà in quegli anni patria indiscussa del movimento glam metal proposta musicalmente e concettualmente in antitesi con la musica della band.
Dopo qualche tempo, Reagers e soci cambieranno in loro nome in Saint Vitus ispirati dal brano Saint Vitus Dance dei britannici Black Sabbath, band dalla quale trarranno le maggiori influenze.
Il sound degli statunitensi è dunque già ben forgiato, e nel 1984 i Saint Vitus arrivano alla pubblicazione del loro primo full-lenght, l'omonimo Saint Vitus che mostrerà una band ancora un po' acerba ma con le idee già chiare.
L'anno seguente è la volta di Hallow's Victim che rappresenta un piccolo passo indietro a livello qualitativo ma che darà il là alla definitiva consacrazione della band la cui fama è ancora piuttosto latitante oltreoceano.
Nel 1986 la svolta con l'ingresso in line-up di Scott "Wino" Weinrich singer-chitarrista di notevoli doti già salito alla ribalta con i The Obsessed; e così nel 1987 la band da alle stampe Born Too Late capolavoro della band ed indiscusso "must" all'interno della scena doom mondiale. La musica degli statunitensi è notevolmente dilatata, sempre più arida e la voce di Weinrich conferisce sempre più un certo appeal mistico.
Mournful Cries (1988) e V (1990) rappresenteranno altri due lavori apprezzabili dopo i quali vi sarà la dipartita di Weinrich.
Nel 1993 i Saint Vitus torneranno alla ribalta con C.O.D. (Children of Doom) album più rock 'n' roll-oriented, prima di Die Healing (1995) album notevole che vede il ritorno in line-up del singer Scott Reagers e che precederà lo scioglimento della storica band americana.

Modifica questa wiki

Non vuoi vedere annunci? Abbonati ora

API Calls