Caricamento del lettore...

Elimina

As your browser speaks English, would you like to change your language to English? Or see other languages.

We’re currently migrating data (including scrobbles) to our new site and to minimise data disruption, we’ve temporarily suspended some functionality. Rest assured, we’re re-activating features one-by-one as soon as each data migration completes. Keep an eye on progress here.

I RAIN nascono nel 1980 per iniziativa di Luciano "LUCIO" Tattini (chitarra) e Gianni Musso (batteria).

Subito dopo entra a far parte del gruppo Claudio Ghermandi (basso), seguito a ruota da Giampaolo Menetti (voce) dando così vita ad un gruppo con orientamento punk-metal socio/politico/demenziale. Con questa formazione i Rain non si distinguono particolarmente in nessun senso (tecnica zero, pubblicità zero).

I primi risultati si hanno con la fuoriuscita d Giampaolo Menetti e l'entrata di Nazario Nonni (chitarra e cori). Tattini si mette a cantare e i Rain cominciano a suonare del buon Heavy con qualche accenno di tecnica ancora allo stato embrionale (fine '81). Agli inizi dell'82 il gruppo perde la propria identità musicale, conflitti all'interno della band ne determinano quasi lo scioglimento; è solo grazie alla determinazione di Tattini che il gruppo si rigenera e si identifica suonando ufficialmente Heavy Metal (inizio '83). La line-up di questo periodo è: Luciano Tattini (chitarra e cori), Luca Toppini (batteria), Luigi Navarino (voce); danno una mano William Garbo (chitarrista/cantante dei LIBRA) ed un bassista mercenario. Nel 1983 la tecnica individuale è notevolmente migliorata, nascono alcuni pezzi caratterizzati da un discreto impatto e da armonie prima sconosciute alla band (tra gli altri ricordiamo: Knock-Out, Born to Kill, My Memories Song, The Court of the Queen, tutti pezzi a tutt'oggi presenti nella scaletta del gruppo dal vivo).

In questa fase i Rain si fanno benvolere dal pubblico bolognese, ma tra la fine dell'83 e gli inizi dell'84 escono dal gruppo Toppini e Navarino, Tattini riprende a cantare, Musso rientra alla batteria e William dà sempre una mano; ma soprattutto si definisce il ruolo del bassista: entra a far parte dei Rain Gianni "GINO" Zenari. Gli anni 84-85 hanno una importanza particolare per la band in quanto si definisce la prima formazione importante: Luciano Tattini (chitarra e voce), Gianni Zenari (basso), ritorna Luca "TOPPI" Toppini (batteria), si definiscono i ruoli di cantante Sandro "UDO" Ventura e chitarrista solista Giuseppe "JOSEPH" Bosi. Inoltre il gruppo registra un primo demo tape dal titolo "Bad Situation"(1984) il quale, data la registrazione piuttosto scadente, non circola tra i metal kids dell'epoca fatta eccezione per poche copie cedute gratuitamente ai fedelissimi. Con la medesima formazione viene prodotto anche un secondo demo tape, "The Rain's Coming"(1986), che comincia a circolare tra i kids circa un anno dopo (i Rain sono veloci in genere solo sul nastro!) e viene recensito molto positivamente dalle riviste specializzate dell'epoca.

Nel 1988 la band sente la necessità di avere una sala prove propria. Il sogno si trasforma in realtà quando, grazie agli sforzi (anche e soprattutto economici) di Lucio e Gino, nasce la "FOSSA" il quartier generale dei Rain nonché sala prove e… udite udite studio di registrazione 8 tracce analogiche che lavora anche per altri gruppi dell'epoca (tra cui gli Abighor). In questo periodo Toppi lascia il gruppo. Sostituito dopo varie peripezie da Andrea "JACK" Cavani, si comincia a lavorare per produrre un nuovo vero e proprio album, per la prima volta su vinile, intitolato "Ten Years After" ma, come al solito, lavorare in studio porta sempre problemi: infatti Joseph, lascia la band all'inizio della performance, e Udo alla fine. Il gruppo non risente nell'immediato dei cambiamenti in quanto impegnato in studio. Il master viene terminato nel 90 ma, indovinate un pò, entra in commercio agli inizi del '92 (ma và…).

A questo punto dobbiamo fare un piccolo passo indietro, durante i preparativi per l'uscita dell'LP entrano nella band Edoardo "EDO" Di Palma (fonico) 1990, Alessandro "TRONCO" Tronconi (voce) 1990 e Marco Valianti (chitarra) 1991. Con questa formazione i Rain suonano un Hard Rock molto melodico e cominciano a porre le basi per un nuovo album. Nel '93 dopo una lite Jack lascia la band (proprio dopo un concerto) e verrà sostituito solo dopo molto tempo. Intanto vede la luce l'album "Red Revolution" le cui tracce di batteria vengono registrate da Piergiorgio "PIERGI" Tesini (allora e tuttora batterista degli Urban Fight). La registrazione e il relativo missaggio vengono terminati nel '94 e l'album entra in commercio nel '95 (non c'è male visti i precedenti).

Purtroppo però Valianti è costretto a trasferirsi nelle Marche, il che rende particolarmente difficile la sua presenza fissa alle prove e quindi è costretto ad abbandonare la band. Comincia così l'ennesima ricerca di componenti (un vero calvario): alla batteria si alternano vari strumentisti in prestito da altre formazioni fino all'ingresso definitivo di Andrea "MARIO" Baldi (1995), mentre alla chitarra si succedono nell'ordine Matteo "MATT" Gherardi (1995), Vittorio "VIC" Corbisiero (1996) e Fabio "MALMSTINO" Benericetti (1997), con il quale viene registrato anche un album dal vivo che, a tutt'oggi, aspetta ancora di essere messo in circolazione. Nel 1998 si ritorna in studio per registrare "Bigditch 4707" e, classico per i RAIN, Malmstino abbandona il gruppo.

Nello stesso anno entra a far parte dello staff, con varie mansioni, anche Jacopo "JAK" Ghisolfi autore, tra l'altro, dei testi e della copertina del nuovo lavoro della band, disegnata magnificamente a mano; nel contempo Alessio "AMOS" Amorati viene chiamato a ricoprire il posto di chitarrista solista lasciato vacante da Malmstino. I lavori sul nuovo CD terminano nel 1999 e l'album esce nel 2000 , ottimamente recensito da parecchie fanzine e magazine specializzati. Dopo un paio di intense stagioni live ( da rimarcare il supporto a Paul Di Anno nei tour italiani '01 e '02 ), la band rientra in studio per registrare "Headshaker". E in totale fanno 23 anni…

RAIN STILL GO ON !!!

In evidenza

API Calls