Caricamento del lettore...

Elimina

As your browser speaks English, would you like to change your language to English? Or see other languages.

Biografia

Melody Gardot nata a Philadelphia nel 1985. La sua storia è stata segnata da un incidente nel 2004 mentre passeggiava in bicicletta e fu investita da un’auto che le ha provocato fratture multiple, danni cerebrali, perdita di memoria, riducendola in fin di vita.
Dopo il risveglio, le amnesie e l’intuizione di un neurologo che le propone di curarsi con la musica. Una terapia svolta sui tasti del pianoforte, prima sconosciuto, e poi imparato a suonare a letto, e grazie alla tenacia e all’innato ottimismo le hanno restituito lentamente l’identità di donna e di artista. È in questo periodo che emerge la serie di brani che Gardot avrebbe pubblicato, una volta fuori dal tunnel, con il titolo di “Some lessons: the bedroom session”. Sei pezzi grondanti di sentimento, la storia di una resurrezione e di una maturazione professionale.

Oggi, nonostante la condizione di semi-invalidità per cui si appoggia al bastone e alla fotofobia che la costringe a nascondersi dietro agli occhiali neri, la Gardot è lanciata sulla scena internazionale.
Forte dell’esperienza e del profondo legame sviluppato con la sua arte, Melody si conquista paragoni con le voci femminili più importanti del suo genere. Mostri sacri come Norah Jones, Madeleine Peyroux, persino Aretha Franklin, ma soprattutto Billie Holiday. È come lei un’eroina musicale, tra quelle donne che sebbene in tempi e modalità diversi sono in grado di trasformare la sofferenza in arte vitale.

Modifica questa wiki

API Calls