Caricamento del lettore...

Elimina

As your browser speaks English, would you like to change your language to English? Or see other languages.

Biografia

I Love erano un gruppo di Psychedelic Rock statunitense formato nel 1965 a Los Angeles, California, sulla scia del fenomeno musicale del momento, i Byrds..
Sono una delle più importanti formazioni della scena californiana degli anni 60 e rappresentano forse i precursori dell'acid rock. Il loro leader era Arthur Lee, uno dei più abili ed originali chitarristi dell'epoca.
I componenti del gruppo sono: Arthur Lee (chitarra e voci), Michael Stuart (batteria, percussioni), Ken Forssi (basso), Bryan MacLean (chitarra ritmica e voce) e Johnny Echols (chitarra solista e voci). Alla batteria Stuart si alternò con Alban "Snoopy" Pfisterer nei dischi Love, Da Capo e Forever Changes, Pfisterer suonò anche l’organo e il clavicembalo ma lasciò il gruppo dopo le registrazioni di Forever Changes. Nel disco Da Capo si aggiunse Tjay Cantrelli al sassofono e flauto.

L’album d’esordio dei Love è, Love (Elektra, 1966), il quale contiene la canzone Hey Joe (scritta da Dino Valenti, futuro Quicksilver). Nell’album successivo il sound dei Love abbraccia decisamente la psichedelica non trascurando innesti jazzistici, l’album è Da Capo (Elektra, february 1967). Tra le altre canzoni questo album contiene Seven And Seven Is, divenuto un classico del garage-rock. Nel Dicembre del 1967 esce Forever Changes (Elektra). Compromesso tra il sound psichedelico del momento e qualcosa di più commerciale. Tale album sicuramente viene ricordato per le originali orchestrazioni utilizzate. I Love escono dagli anni 60 con Four Sail (Elektra, 1969) e Out Here (Blue Thumb, 1969) che continuano a mescolare un sound più tranquillo e rassicurante a momenti più duri e decisamente psichedelici. False Start (One Way, 1970) aggiunge solo momenti di chitarra epica alla storia del gruppo. La storia dei Love finisce qui. Quella di Lee continua con Vindicator (A&M, 1972). Arthur Lee incise un album con Jimi Hendrix che non venne mai pubblicato.
I Love si riuniscono per l’inutile Reel To Real (RSO, 1974). Con il nome Love escono anche Love Revisited (Elektra, 1972) un'antologia del periodo 1965-68 e Love Story (Rhino, 1995). Da segnalare anche Love Live - 1978 Reunion (Rhino 1982) e Love - The Forever Changes Concert (Snapper Music 2003).
Arthur Lee rispolverò la sigla Love per l'album Arthur Lee And Love (New Rose, 1992). Bryan Maclean esce con Ifyoubelievein (Rhino 1997).
MacLean è morto nel 1998. Arthur Lee è morto nell’estate del 2006.

Modifica questa wiki

API Calls