Elimina

As your browser speaks English, would you like to change your language to English? Or see other languages.

È disponibile una nuova versione di Last.fm, per assicurarti un funzionamento ottimale ricarica il sito.

Biografia

Franz Di Cioccio (Pratola Peligna, 1946) è un musicista, showman e giornalista italiano.

È noto soprattutto per essere stato batterista e poi cantante prima nel gruppo rock progressivo Premiata Forneria Marconi, poi anche in quello beat Equipe 84.

Nato e trascorsa l'infanzia a Pratola Peligna in provincia dell'Aquila, Di Cioccio si trasferì giovane a Milano raggiungendo il padre che lavorava in questa città suonando l'oboe: qui, dopo aver iniziato a suonare la batteria, fonda il gruppo dei Black Devils (con il chitarrista Pino Favarolo e il bassista Tony Gesualdi).

Nel 1964 conosce il giovane chitarrista Franco Mussida. I Black Devils diventano il gruppo di accompagnamento di Gian Pieretti cambiando il nome in "Grifoni": è proprio il cantautore che li presenta a Ricky Gianco che li porta alla casa discografica per cui incide anche lui, la Dischi Ricordi.

Il gruppo ingaggia un cantante proveniente dai "Demoniaci", Nino Teocoli, soprannominato Teo, cambia il nome in Quelli, ed inizia una carriera come complesso beat, con alcuni cambi di formazione nel corso degli anni: alla fine del 1966 Gesualdi è sostituito da Giorgio Piazza, entra nel gruppo il tastierista dei Cuccioli, Flavio Premoli, mentre Mussida è sostituito a causa del servizio militare da Alberto Radius (proveniente dai Simon & Penny) per un anno.

Teocoli abbandona ben presto il gruppo per dedicarsi alla carriera solista. Il gruppo continua la carriera fino all'abbandono di Pino Favaloro, alla fine del 1969. Nel 1970 pubblicano un singolo Finche' le braccia diventino ali sotto il nome de I Krel con l'aggiunta del polistrumentista-cantante Mauro Pagani.

Passati alla Numero Uno di Mogol e Battisti, cambiano ancora nome in Premiata Forneria Marconi. Nel corso degli anni, diventa il front-man. Di Cioccio è ancora in piena attività con la sua band.

Nel 1982 compare nel film Attila flagello di Dio dove compone con Franco Mussida (membro della Premiata Forneria Marconi) le musiche.

Artista poliedrico, oltre alla musica e al cinema si dedica al giornalismo collaborando con alcune testate nazionali. È il primo a presentare in televisone i videoclip con la sua trasmissione "Punk e a capo", diventata subito un cult. Durante gli anni 80, ha presentato sulle reti allora Fininvest, "So to speak" una trasmissione dove veniva insegnata la lingua inglese prendendo spunti da interviste e viaggi all'estero.

È autore del libro "Due volte nella vita" (Mondadori), un affascinante viaggio attraverso i concerti ed i tour mondiali della PFM.

È direttore artistico di due etichette discografiche; FermentiVivi (di area rock) e Immaginifica (di area progressive).

Il 27 dicembre 2006, Franz Di Cioccio è stato insignito del titolo di Commendatore al Merito della Repubblica, onorificenza attribuita dal Presidente della Repubblica a personalità che si sono particolarmente distinte nel campo della scienza, delle lettere, delle arti e dell´economia. Di Cioccio inoltre è il primo artista dell´area rock a ricevere questo importante riconoscimento. L'attestato di Commendatore è stato consegnato il 20 aprile 2007. Di Cioccio è inoltre Cittadino Benemerito della Città di Pratola Peligna e Cittadino Onorario di Provvidenti.

La figlia Elena, nata a Milano il 16 settembre 1974, è Vj di All Music e fa parte del gruppo delle Iene e presenta tutt'ora il programma "I Love Rock & Roll" sul canale musicale All Music.

Di Cioccio è membro fondatore e suona nel gruppo denominato Slow feet band col quale ha pubblicato l'album "Elephant Memory".

Modifica questa wiki

API Calls