Passa al
video di YouTube

Caricamento del lettore...

Elimina

As your browser speaks English, would you like to change your language to English? Or see other languages.

Biografia

Erano i primi anni '90 quando un gruppo di ragazzi baresi, mossi da una forte passione per il Jazz, formarono una piccola band che, tra discorsi esistenzialisti birra Peroni e sigarette Lucky Srike Chesterfield o Winston, si divertiva a suonare cover di vari artisti tra i quali the JB's, Cannonball Adderley, Herbie Hencock, Joe Henderson, Horace Siler, in un sottano di una villa d'epoca nella periferia di Bari. Il loro nome era "the Soul Grabbers", nome tratto da un brano jazz che significa accalappiatori d'anime. Questo fu anche l'inizio di un vero movimento culturale indimenticabile ideato da Nicola Conte (noto dj e producer barese di fama ormai internazionale) che creò l'Associazione Culturale Fez di cui i Soul Grabbers furono i portabandiera. Grazie infatti al management di Nicola Conte i Soul Grabbers passarono dal sottano della villa d'epoca a veri palcoscenici iniziando ad inanellare un successo dopo l'altro fino a pensare ad un disco. Ma invece del disco arrivò il momento dello scioglimento della prima acidjazz-band italiana che poi però dette vita a tre dei gruppi più importanti del movimento "Fez" e cioè Paolo Achenza Trio, Quintetto X e FEZ COMBO. Quest'ultimo capeggiato dall'eclettico Pippo Foglianese alla tromba, con una sezione ritmica di tutto rispetto composta dal virtuosista Marco Magno alle tastiere Hammond e Rhodes e i talenti Fabio Accardi alla batteria e Marcello Piarulli al contrabasso, produsse nel '95 l'unico disco intitolato "Follow the Spirit". Già dal titolo si intende una certa influenza gospel che troviamo molto evidente in brani come Hamba Nami, The Opinion, Gospelito e Follow the Spirit appunto. Molto belle le cover So tired e Freedom Jazz Dance, brano inserito in alcune compilation, in cui canta Pippo Foglianese. Si ritrovano invece sfumature freejazz su ritmiche funk e blues nei brani the Gizmo, Ra e nel mio preferito Zulu Swing. Altri componenti del gruppo erano Federico Dammacco ai sassofoni contralto tenore e baritono, Claudio DePaola al contralto e Alessandro Piscitelli alle congas. Il FEZ COMBO dopo quest'esperienza ha vissuto un notevole momento di gloria che si è concluso però dopo non molto con lo scioglimento. Tutt'ora però diversi dei componenti del FEZ COMBO continuano il loro percorso musicale in altre formazioni.

Modifica questa wiki

API Calls