Passa al
video di YouTube

Caricamento del lettore...

Elimina

As your browser speaks English, would you like to change your language to English? Or see other languages.

Biografia

Bill Evans (Plainfield, 16 agosto 1929 – New York, 15 settembre 1980) è stato un pianista statunitense.

Con Evans si ha la sensazione che il esca da certi schemi che ricordano i sottofondi sonori ad immagini narranti avvenimenti storici lieti o meno. Il modo raffinato lascia campo alla priorità della musica su ogni tipo di subordinazione visiva. Ascoltando l’introduzione di «Blue in green», il fraseggio di «How deep is the ocean» o il canto di «Spring is here» tutto si riempie, ora questa musica apre all’immaginazione.

Ne Il jazz oltre il bebop (pubblicato nel 1994 da Electra-Gallimard) si legge: «Soltanto piú tardi si capirà che, con grande discrezione, senza porsi a capo di alcuna corrente, Evans ha guidato una rivoluzione altrettanto profonda di quella di John Coltrane o di Ornette Coleman. Evans si ispira largamente al modale di cui è uno dei fondatori, pur senza mai sistematizzarne gli apporti. La sua opera di compositore ricorre spesso a vecchi temi standard, cui è assai legato; ma li tratta in un modo che ne alleggerisce il sostegno armonico, spesso vincolante, e apre la strada a svariate possibilità melodiche».

Giudicato spesso superficialmente un pianista da bar come successe molti anni prima al virtuoso Art Tatum, Evans con il suo particolare tocco si è consacrato un pianista da concerto prediligendo quasi sempre la formazione a trio con contrabbasso e batteria che lasciano il ruolo di semplice tappeto ritmico e diventano strumenti solisti di pari importanza col pianoforte. A lui spetta il compito di continuare la rivoluzione iniziata da John Coltrane ed Elvin Jones che egli compie con le soffici sensazioni che ricordano la musica di Claude Debussy, diventando cosí il pianista di riferimento per intere generazioni tra cui: Keith Jarrett, Chick Corea, Herbie Hancock, ma anche di giovani talenti come Brad Mehldau, Fred Hersch e Lyle Mays.

Modifica questa wiki

API Calls