Afterhours-boom: ma proprio per tutti?

 
  • Afterhours-boom: ma proprio per tutti?



    Visto che era stata intavolata una simpatica discussione nella bacheca sull'argomento, ho deciso di trasferire in un thread apposito...

    Nelle ultime settimane gli Afterhours, con il loro ultimo album I milanesi ammazzano il sabato, sono saliti agli onori della nostra playlist di gruppo, piazzandosi al primo posto per quasi tre settimane e cedendo ora il secondo "solo" ai Radiohead.

    Questo significa, in soldoni, che molti di noi hanno ascoltato moltissimo il loro album: e siccome non posso essere stata solo io, pur avendolo avuto in loop per settimane, vorrei sapere da voi che ne pensate.

    Siete loro seguaci della prima guardia? Li avete scoperti quando ancora non erano così famosi oppure avete iniziato a seguirli dopo? Li odiate? Non li odiate, ma vi fa schifo il loro ultimo album? Siete andati ai loro concerti? Non ci pensate nemmeno?

    A voi!

  • a me sinceramente fanno un po cagare. però posso capire a chi piacciono

    • suCrabu said...
    • User
    • 6 Jun 2008, 08:50
    Afterchi? :-)

  • After de che?

    Già non sopposrto gli After Eight, cioccolato+menta, roba da bruciore di stomaco per tre giorni, roba da inglesi che in quanto a mangiar male non li batte nessuno. ;-)))

  • Tre risposte e siamo già a uno che non li sopporta e a due che non sanno manco chi siano. Sapevo che questa discussione sarebbe stata interessante!!

  • Nonostante tutte le considerazioni positive, l'ultimo album mi è sembrata una caduta di stile non da poco :/ sembrano aver deciso di voler "salire di livello" e hanno perso quel che mi piaceva di loro. Continueranno a vivere nella gloria dei vecchi album, ma quello nuovo non mi piace quasi per nulla ._.

    • [Deleted user] said...
    • User
    • 6 Jun 2008, 09:05
    non ci piacciono, non ci piacevano, non ci piacquero e nutriamo seri dubbi per futuro semplice ed anteriore, non piacere, non piacendo e via ando.
    in compenso suggeriamo a tutti del sano Frank Zappa: colore chiaro, gusto pulito da intenditori e se non bastasse altro Frank Zappa: c'è materiale per tutte le orecchie.

    buona musica e giornata!

    • lino73 said...
    • User
    • 6 Jun 2008, 09:06

    W gli Afterhours

    Non posso dire di essere proprio un loro fan, ma conosco abbastanza bene (e da un bel pò di tempo, fin dai primi anni '90) la loro musica e li ho anche visti, con gran piacere, diverse volte dal vivo. Bé, che dire? Il fatto che un pubblico più ampio si stia interessando ad un gruppo come loro non può che far piacere, primo perché sono bravi (e anche il loro ultimo album lo dimostra), poi perché sono, attualmente, la miglior (major) rock band italiana e di rock, nelle classifiche, c'è sempre bisogno (alla faccia dei soliti squallidi nomi che vi albergano di solito). Forse non sono dei mostri di simpatia, ma musicalmente non ci trovo nulla da eccepire (e anche i loro riscontri esteri parlano chiaro) e spero non ci sia qualcuno che ripeta la solita storia di snobbare un gruppo solo perché continua ad allargare il proprio pubblico (ricordiamoci, non svendendosi!). In definitiva: ce ne fossero di più di Afterhours in giro per l'Italia!!

    Freedom is just another word for never getting paid
  • Al di là degli atteggiamenti snobbistici di chi non sa accettare che un gruppo indie possa raggiungere il grande pubblico e quelli infantili di chi soffre se un gruppo cerca di emanciparsi dalle scontate ripetizioni di un sound di successo, a me gli afterhours piacciono ancora.

    Li seguo con (più) continuità da quando sono passati a cantare in italiano, li ho visti dal vivo parecchie volte e, certo, non tutti i dischi sono all'altezza di capolavori come "Hai paura del buio?", ma hanno fatto sempre un rock mediterraneo molto originale cercando di evevolversi.

    L'ultimo lo sto ascoltando solo da poco e ancora non l'ho 'inquadrato', anche se a pelle mi sembra meno immediato e coinvolgente di altri.

    "Meglio del perdersi in fondo all'immobile
    Meglio del sentirsi forti nel labile"
  • Io li seguo da almeno 10 anni, erano il mio gruppo preferito e dal vivo li avrò visti non meno di dieci volte. Ultimamente però il mio interesse è andato un po'scemando (l'ultimo concerto che ho visto è stato questo e non è andata molto bene), l'ultimo CD l'ho ascoltato di sfuggita a casa di un amico e non mi ha detto molto. Sarà che con il tempo i gusti cambiano ... preferisco farmi un'overdose di Joe Bonamassa!

    Però a pensarci bene non penso sia solo questione di gusti diversi, perchè in fin dei conti anche i Nirvana li ho ascoltati alla noia da ben più tempo, certo non sono più il mio gruppo preferito come alle scuole medie e al liceo ma ogni tanto mi fa piacere riascoltarli anche oggi :)

    • Giuggi said...
    • User
    • 6 Jun 2008, 09:16
    A me personalmente l'ultimo non piace e come scritto in bacheca neanche le mie affrante ovaie lo reggono.
    Io sono rimasta a "Ballate per piccole iene" che viene classificato da Itunes come Progressive Rock.

    Io non sono una cazzara, lo dicono gli altri.
  • @Ale

    Suvvia, si scherza, ci ho messo la faccina apposta, ce la rimetto ;-)))
    Li conosco, ovvio, come tutti, è che non li ho mai presi in considerazione. Non è la mia musica, tutto lì.

  • bleah!

    a me fan proprio vomitare.....non li ascolterò MAI! (...anche se per pensarla così qualcosa ho ascoltato...)
    Nauseabonda musica e Manuel superantipatico.

  • afterhours: uno dei peli superflui della musica italiana. certo che se il paragone dell' ascoltatore medio viene fatto "artisti" del calibro di Pausini, Nek, Antonacci, ecc... (la solita musichetta italietta) allora possono anche avere una parvenza di artisticità.

    ;-)

  • Su un punto mi sembriamo tutti d'accordo: hanno un po' "cambiato sound", nell'ultimo disco, e questo a molti non va giù. Io personalmente lo trovo stupendo, anche se sono combattuta tra l'essere contenta del loro successo e la paura che loro si sme***no dovendoli condividere col "grande pubblico"...

    Però nel fatto che questo loro album sia un po' "diverso" non ci vedo nulla di male: lo considero un esperimento, che tra l'altro incontra il mio gusto. E tenete conto che i miei album preferiti sono Hai paura del buio? e Ballate per piccole iene (in italiano o in inglese, senza differenza), mica pizza e fichi! :D

  • @ Luciano
    Ma figurati, scherzo anche io, chiaro. Ci manca che me la prendo perché non sei un tipo da Afterhours. Anzi, paradossalmente potrei essere contenta (leggi commento sopra)! :D :D :D

  • sinceramente non mi fanno ne caldo ne freddo, potevo capire che all'epoca di "Germi" potevano riscuotere un discreto successo, ma oggi mi sembrano un po "datati", ripetitivi, noiosi.
    Però c'è anche da dire che in generale non sono neanche male rispetto a tanta altra merda che circola in italia, comunque... ;)

    • stestra said...
    • User
    • 6 Jun 2008, 10:06
    il mio è stato un amore alternato..."non è per sempre" lo adoro come album e anche "ballata per piccole iene" non è male.. questo qua ancora non l'ho ascoltato!
    recupero e vi do un parere!! =D

    non c'è peggio nel peggio che l'attesa del peggio
    • [Deleted user] said...
    • User
    • 6 Jun 2008, 10:18
    io sono abbastanza di parte...li adoro letteralmente...
    Li ho scoperti un po' tardi, quando era già uscito Quello che non c'è, ma sono andata a recuperarmi anche i vecchi lavori con grande gioia (Voglio una pelle splendida rimane una delle più importanti canzoni della mia vita).
    Per quanto riguarda il nuovo album, è vero, il sound è un po' diverso, ma trovo sia il risultato della maturazione naturale della band. Del resto tutti crescono, nel modo che più preferiscono, e s'era già capito che i tempi di Sui giovani d'oggi ci scatarro erano passati. E comunque a me piace molto, Manuel & co. sono riusciti stranamente a fotografare un momento della mia vita alla perfezione (o magari sarò soloio che ce lo vedo, fa niente), e lo fanno con suoni e parole che continuo ad amare allo stesso modo

  • Mah.

    A me gli Afterhours piacciono abbastanza. Non ho ascoltato tutta la loro discografia e non sono una fan della prima ora. Il disco nuovo, devo dire, non ho ancora avuto modo di ascoltarlo, ma su MySpace ci sono degli estratti ergo credo che, non appena ho un po' di tempo, sentirò qualcosa da lì. Il loro ultimo disco, "Ballata per piccole iene", mi era piaciuto abbastanza però.
    In realtà, con questi gruppi di rock italiano vado un po' a periodi: ci sono periodi in cui li apprezzo, li ascolto volentieri e andrei anche ad un loro concerto; altri periodi in cui invece non li sopporto, non ho voglia nè di sentirli nè di vederli ma, ahimè, sono ovunque. Direi che al momento rientro nell'ultima fase dal momento che, in questo 2008, c'è stato una sorta di boom, sicuramente dovuto alla pubblicazione dell'album, al conseguente tour di promozione e presentazione in librerie e negozi specializzati.
    Io son di vicino Napoli e qui ci son passati il 9 Maggio per il concerto al Palaparthenope e il 20 Maggio per presentare il disco alla libreria Fnac. Sinceramente nessuno dei due eventi mi ha attratta e credo che non lo sarò nemmeno se dovessero tornare in futuro.

  • Adoro gli After

    Ho conosciuto "germi" almeno 10anni fa e per me rimane l'album migliore, almeno quello che ascolto+spesso(c'è molto altro intorno, lo ammetto!): mi piace tutto, mi piace tanto."hai paura del buio"anke + comlpeto, poi salto nel vuoto (tranne i singoli + famosi) per ricominciare ad ascoltare l'ultimo, che mi sembra davvero interessante.M sto facendo progressivam.un'idea.
    2gg fa mi sono messa a vedere gli ultimi video di "è solo febbre" e "riprenderci Berlino" e a me piacciono molto entrambi, checché se ne dica. non so perché chi nn ama gli after è così duro con loro, li tacciano di scopiazzare, di essere sopravvalutati o di essere cambiati troppo.nn sono d'accordo, ma è 1parere personale:mi sono sempre sembrati qualcosa di diverso dal resto del panorama indie/rock italiano, ancorancora adesso, figurarsi da1decennio a questa parte. mah. la svolta-universal li sputtanerà1pochettino, snz dubbio(e già si vede), ma da un lato se lo meritano pure il salto. il problema nn è l'etichetta, né il grande pubblico ma la qualità:staremo a vedere.confido in manuel, che mi piace tanto ma è così antipatico e si prende così sul serio da svendere difficilmente il suo ego(me lo auguro tanto)(->le ultime parole..?!).Io-ve lo dico-punto alla grande sul dell'Era che secondo me ci ha i numeri.

  • @ Pikkarda
    Ti amerò per sempre, dopo questo tuo commento...
    Non avresti potuto fotografare meglio quello che penso anch'io!

    • betonen said...
    • User
    • 6 Jun 2008, 10:38

    Io sono fra gli ignoranti...

    ...mai sentiti o, forse, ho cambiato stazione della radio, perché non ricordo.

  • Una discesa costante

    Io sono un fan degli Afterhours dalla prima (più o meno) ora. Ho comprato Germi nel 1994, appena uscito, avendo visto il video di Ossigeno su Indies di Attilio Grilloni (ah, bei tempi di Videomusic!). Da allora li ho seguiti sempre (loro ed i Marlene, che nello stesso anno uscivano con Catartica).
    Li avrò visti dal vivo una decina di volte, ma trovo che la loro sia una parabola discendente.
    Germi rimane a mio avviso il disco più bello, seguito da Hai Paura Del Buio e via via a scendere. Ballate Per Piccole Iene non mi aveva proprio entusiasmato, ma almeno aveva una due canzoni di un certo peso. Quest'ultimo mi entusiasma ancora meno, non trovandoci neppure quell'una o due canzoni che rimangano.
    Io personalmente credo che la band abbia perso moltissimo con l'uscita di Xabier Irondo, che le conferiva un sound unico (per conferma si sentano i primi album in Inglese, senza Irondo), quel suono che latita, proprio ora. Anche l'inserimento del peraltro ottimo Greg Dulli, non è stata sufficiente a riverniciare adeguatamente la vena creativa, ma si sa, Urano-Agnelli, mangia i suoi figli...
    Peraltro, non posso fare a meno di esclamare continuamente: i fiati...PERCHE'!?
    Rimangono comunque tra le migliori band italiane e non lo dico riferendomi ai soliti mostri-pop, ma pure a quello che passa come indie nostrano...davanti a robaccia come Baustelle o Giardini Di Mirò, Afterhours tutta la vita! Nonostante siano in costante ed ineludibile calo.

    • [Deleted user] said...
    • User
    • 6 Jun 2008, 11:20
    Mai potuti sopportare, come il 99% del rock italiano, dio ce ne scampi dal rock italiano.

Anonymous users may not post messages. Please log in or create an account to post in the forums.